Connettiti con noi

Atalanta News

Atalanta-Crotone 5-1: pagelle e tabellino

Pubblicato

su

caldara atalanta juventus

Atalanta-Crotone, 5ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

È finito il match in programma allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo tra l’Atalanta di Gian Piero Gasperini e il Crotone di Davide Nicola, incontro valido per la quinta giornata di Serie A. L’Atalanta infligge una punizione pesantissima al Crotone: 5-1. Una partita a senso unico: una vera e propria dimostrazione di forza che ha annichilito completamente la squadra di Nicola. I sincronismi e gli automatismi della squadra di Gasperini hanno funzionato in maniera stupenda e la risposta che si cercava alla vigilia, dopo la battuta d’arresto di Verona, è arrivata. Grazie a un Ilicic meraviglioso, poi, il gioco è fatto. Il Crotone, invece, non riesce a cavare un ragno dal buco: sprazzi di qualità nei singoli si vedono, ma manca ancora un’organizzazione di gioco. Tumminello ci prova diverse volte, ma senza convinzione, tranne che nell’occasione del gol. E allora, se Nicola non vuole rischiare la panchina, è meglio che il Crotone inizi a giocare come la seconda parte di stagione dell’anno scorso.

ATALANTA-CROTONE: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Atalanta-Crotone 5-1: pagelle e tabellino

Marcatori: Petagna 5′ pt, Caldara 25′ pt, Ilicic 38′ pt, Gomez 16′ st, Tumminello 25′ st,  Gomez 29′ st

Atalanta (3-4-3): Berisha 6; Toloi 6.5, Caldara 7, Masiello 6.5(Bastoni, 6 31′ st); Hateboer 6, Freuler 6.5, Cristante 6.5, Gosens 6.5; Ilicic 8, Petagna 6.5 (Vido, 26′ st), Gomez 7.5 (Orsolini 6.5, 30 st). A disposizione: Gollini, Rossi, Masiello, Castagne, Mancini, De Roon, Haas, Kurtic, Melegoni, Spinazzola, Cornelius. Allenatore: Gasperini.

Crotone (3-4-3): Cordaz 4; Ajeti 4, Ceccherini 5, Cabrera 4.5 (Budimir, ng 26′ st); Sampirisi  5, Barberis 5(Kragl, 10′ st), Izco 5, Pavlovic 5; Rohden 5.5, Tumminello 6.5, Tonev ng (Stoian, 6 6′ pt). A disposizione: Festa, Viscovo, Faraoni, Simic, Mandragora, Crociata, Suljc, Simy, Trotta.  Allenatore: Nicola.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì

NOTE: Ammonizioni: Ajeti (C)

MIGLIORE IN CAMPO ATALANTA: ILICIC 8

Entra nell’azione del primo gol, propiziando il cross che porta Petagna a insaccare; si mangia un gol già fatto in area e poi fa qualcosa di straordinario: dribbla come birilli 3 giocatori in area, partendo dalla sinistra e davanti a Cordaz insacca splendidamente. Anche nel secondo tempo brilla, entrando nell’azione da gol di Gomez e in quello, annullato, a Orsolini. Fenomenale

PEGGIORE IN CAMPO ATALANTA: BERISHA 6

Difficile definirlo peggiore anche se è quello che si vede meno della sua squadra, causa mancanza di pericolosità offensiva del Crotone.

MIGLIORE IN CAMPO CROTONE: TUMMINELLO 6.5

L’unico che brilla (anche se questo è un parolone) della sua squadra; cerca di mettersi in mostra ma non riesce a trovare la gioia del gol. Prova a rendersi pericoloso in qualche occasione alla fine della prima frazione, ma senza mai impensierire Berisha. Nel secondo tempo, trova finalmente la gioia del gol, ma poi sparisce dal campo.

PEGGIORE IN CAMPO CROTONE: CABRERA 4.5

Merita più di un cartellino giallo per i falli commessi ma Piccinini lo grazia; tatticamente da rivedere in quanto si fa saltare con troppa facilità da giocatori atalantini, soprattutto Ilicic e Petagna. In confusione

Atalanta-Crotone 5-1: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: L’Atalanta, dopo l’exploit del primo tempo, deve solo controllare, senza rischiare troppo. Esegue il compito, seppur questo non vada troppo bene a Gasperini, che rimprovera più volte ai suoi di palleggiare troppo leziosamente. Il Crotone cerca di farsi un po’ più pericoloso ma trova solo il gol della bandiera. Per il resto è monologo Atalanta, che realizza altre due reti con Gomez e chiude il discorso.

48′ – Finisce qui

45′ – Tre minuti di recupero

42′ – Gol annullato grazie alla Var! Ilicic passa una palla deliziosa in area per Orsolini che si trova sulla linea del fuorigioco. Piccinini prima convalida poi, dopo il consulto del Var, annulla il gol per fuorigioco, appunto, negando a Orsolini la gioia del primo gol in Serie A

37′ – Occasionissima per Vido che calcia un tiro molto violento  diretta verso l’angolino basso, ma Cordaz si supera e la para

31′ – Esce Masiello, entra il giovanissimo Bastioni

30′ – Esce Gomez, entra Orsolini

29′ – GOL!! ATALANTA!! GOMEZ. Il capitano realizza, calciando con un tiro violentissimo che finisce dalla parte opposta rispetto a Cordaz

29′ – Pavlovic atterra un avversario e Piccinini non può che fischiare il rigore

26′ – Sostituzioni a raffica: Vido per Petagna e Budimir per Cabrera

25′ – GOL!! CROTONE!! TUMMINELLO!! Su un grandioso assist dalla sua metà campo di Stoian, Tumminello controlla e insacca

22′ – Petagna si invola sulla sinistra e fa filtrare una bella palla in mezzo per Gomez che, però, nonostante la velocità non arriva la sulla palla

16′ – GOL!! ATALANTA!! GOMEZ. Grazie a un altro assist al bacio di Ilicic, la palla finisce a Gomez che insacca con la deviazione, ma inutile, di Cordaz

10′ – Esce Barberis, entra Kragl

6′ – Su uno spiovente molto lento dalla distanza Ceccherini colpisce di testa ma la palla, a campanile, finisce tra le mani di Berisha

2′ – Petagna addomestica splendidamente un pallone sulla linea laterale sbarazzandosi di Cabrera e Ajeti e mettendo in mezzo una palla invitante per Gomez, che calcia verso la porta ma Cordaz la intercetta e la devia in angolo

1′ – Inizia il secondo tempo. Batte il Crotone

SINTESI PRIMO TEMPO: Una partita a senso unico, in direzione orobica. L’Atalanta parte subito fortissimo e alla prima grande occasione da gol, si porta in vantaggio: l’azione nasce grazie a un’abile smarcatura di Ilicic sulla destra e la palla messa in mezzo dallo sloveno viene trasformata in rete da Petagna. Gli orobici non mollano e continuano il pressing, trovando ancora qualche nitida opportunità per raddoppiare con Ilicic e Gomez. Il Crotone trova un po’ di forza soltanto quando l’Atalanta rallenta e rifiata, ma senza creare nulla; pochissimi i palloni giocabili da Tumminello che non viene praticamente mai servito. Il Crotone fa quello che può ma la differenza è netta e si vede; basti pensare che la prima vera occasione da gol per i calabresi capita soltanto al 27’. Il raddoppio di Caldara e il gol straordinario di Ilicic, poi, archiviano già la partita, nel primo tempo.

46′ – Finisce il primo tempo

46′ – Ajeti è il primo ammonito del match, a causa di una brutta entrata a forbice su Gomez

45′ – Tumminello con un tiro a metà tra il tiro e il cross impensierisce Berisha che la devia in corner

38′ GOL!! ATALANTA!! ILICIC! Gol straordinario. Si districa benissimo in area, doppio passo in area, palla spostata destro-sinistro e segna con un tiro precisissimo

31′ – Toloi esce con grande veemenza, fa tutta la fascia, alza la testa, serve Gomez ma il suo tiro è smorzato e finisce innocuo tra le braccia di Cordaz

27′ – Prima occasione per il Crotone. Tumminello riceve un preciso passaggio ma la calcia troppo a lato

25′ – GOL!! ATALANTA!! CALDARA!! Grazie al calcio d’angolo conquistato sul tiro di Gomez, la palla cade esattamente sulla testa di Caldara che insacca, infilandola nell’angolino in basso a sinistra

24′ – Da fallo laterale, arriva una palla velenosissima al centro dell’area, presa da Gomez che la calcia verso la porta, Cordaz si allunga e la devia in angolo

21′ – Bel cambio gioco di Gomez che, però, non viene recepito dai suoi compagni e si perde sul fondo

14′ – Gomez scende sulla sinistra, mette una palla molto invitante in mezzo, rasoterra, che trova Ilicic in area di rigore ma lo sloveno spreca calciandola altissima. Occasione svanita

9′ – Cristante calcia un ottimo pallone in mezzo che, però, viene messo fuori dai difensori del Crotone

9′ – Prima sostituzione: Tonev non ce la fa, entra Stoian

5′ – GOL!!! ATALANTA!! Ilicic si smarca benissimo sulla destra, sbarazzandosi facilmente di un ingenuo Cabrera, mette un cross in mezzo e Petagna non può che insaccare angolando ottimamente la palla, con una zampata vincente

1′ – L’Atalanta batte il primo pallone del match. Si comincia

20.43 Le squadre stanno per scendere in campo

20.25 Lo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” si sta riempiendo e offre uno spettacolo superbo:

20.10 L’Atalanta è scesa in campo per l’allenamento pre-partita:

Atalanta-Crotone: formazioni ufficiali

Rispetto a quanto era trapelato dalle conferenze degli allenatori, sono state apportate alcune modifiche di formazione. Per quanto riguarda l’Atalanta, Gasperini ha optato in difesa per l’usato sicuro che risponde al nome di Masiello, al posto di Palomino e ha buttato nella mischia Gosens, ormai pienamente recuperato. Cambio di modulo, invece, per Nicola, che mischia le carte in tavola: con la difesa a tre spazio a Cabrera, con Sampirisi Pavlovic avanzati a centrocampo; sulla mediana, invece, Izco al posto di Mandragora. Ma la sorpresa più grande è in attacco dove mancherà Budimir, sostituito da Tonev, affiancato nel tridente da Tumminello Rohden.

Atalanta (3-4-3): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Freuler, Cristante, Gosens; Ilicic, Petagna, Gomez. Allenatore: Gasperini.

Crotone (3-4-3): Cordaz; Ajeti, Ceccherini, Cabrera; Sampirisi, Barberis, Izco, Pavlovic; Rohden, Tumminello, Tonev. Allenatore: Nicola.

Atalanta-Crotone: probabili formazioni e pre-partita

Alla ricerca di punti per risalire la china in Serie A, dopo la partenza a rilento e, soprattutto, lo stop inatteso contro il Chievo nello scorso weekend, l’Atalanta si schiererà in campo con la formazione, pressoché, titolare. Gasperini punterà, con ogni probabilità, ancora una volta, sul 3˗4˗1˗2 con la conferma della coppia d’oro Gomez˗Petagna. In ballottaggio, per il posto da trequartista, invece, Ilicic sembra in vantaggio su Orsolini e Kurtic. Sulla mediana Gosens è pienamente recuperato ma, non essendo ancora al meglio, partirà dalla panchina. In difesa, infine, riposerà Masiello e il trio titolare sarà Toloi, Caldara e Palomino. Alla ricerca del primo successo in campionato, Nicola dovrà rinunciare a Martella: al suo posto, nella difesa a 4, ci sarà Pavlovic con Sampirisi, Ajeti e Ceccherini. A centrocampo resta da sciogliere il nodo dell’esterno ma Rohden sembra favorito su Faraoni. In attacco, invece, Tumminello sembra in vantaggio su Tonev e Trotta, per affiancare l’immancabile Budimir.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Palomino; Hateboer, Cristante, Freuler, Castagne; Ilicic; Gomez, Petagna. A disposizione: Gollini, Rossi, Bastoni, Masiello, Gosens, Mancini, De Roon, Haas, Kurtic, Melegoni, Spinazzola, Orsolini, Vida, Cornlius. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Crotone (4-4-2): Cordaz; Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Pavlovic; Rohden, Mandragora, Barberis, Stoian; Tumminello, Budimir. A disposizione: Festa, Viscovo, Faraoni, Cabrera, Simic, Kragl, Izco, Crociata, Suljc, Simy, Trotta. Allenatore: Davide Nicola

Nella conferenza pre˗partita Gasperini, che ritrova la squadra che ha allenato all’inizio della carriera da allenatore professionista, presenta la sfida così: «Ci ricordiamo di come l’anno scorso non fu facile battere il Crotone, una squadra che si è salvata meritatamente e sa stare bene in campo. Dovremo affrontarla con grande determinazione, attenzione e concentrazione. Per vincere dovremo giocare molto bene e servirà il giusto furore agonistico. Questa è una gara da non sbagliare e da interpretare come una partita determinante». Sulla sua ex squadra, Gasperini non può che avere solo ricordi felici: «Per me è sempre motivo di grande soddisfazione affrontare il Crotone, specialmente in Serie A. Sono orgoglioso di essere stato a Crotone all’inizio della mia carriera, ho tanti bei ricordi e rivedrò persone amiche».

Anche Davide Nicola, nella conferenza pre˗partita, elogia i prossimi avversari, capaci di compiere una vera e propria impresa la scorsa stagione (come la squadra dello stesso Nicola, d’altronde): «Il loro gioco è ormai consolidato, è una squadra che possiede molti giocatori forti, vedi Ilicic, Gomez e tanti altri, inoltre ha in organico tanti giovani che gli hanno permesso di creare un percorso ben definito. Non è difficile leggere il loro gioco bensì contrapporsi ad una squadra così coraggiosa e soprattutto aggressiva, spesso al limite del fallo. Hanno una capacità di avvolgerti sulle fasce e conquistare profondità come poche in questo campionato, ed è una caratteristica emersa sia nella scorsa stagione che nelle ultime gare». Una partita sicuramente difficile da affrontare, dunque, così come complicata è la situazione in classifica ma è necessario essere ottimisti: «Io ho tanta fiducia nei miei ragazzi, e spero che la stessa fiducia la riversino su di loro. L’assenza di gol non mi preoccupa perché stiamo creando tanto, è solo una questione di tempo, le reti arriveranno. Come ho già detto la volta scorsa i nostri numeri dobbiamo costruirli con lavoro e sacrificio, giornata dopo giornata, allenamento dopo allenamento».

Atalanta-Crotone: i precedenti del match

Quella che si giocherà stasera all’ “Atleti Azzurri d’Italia” sarà la gara numero 2 in casa dei bergamaschi, in Serie A. L’unico precedente risale, appunto, all’anno scorso quando gli orobici riuscirono a imporsi di misura sui calabresi, grazie alla rete di Conti. Allo “Scida”, invece, la gara dello scorso anno terminò per 1˗3, in favore dei nerazzurri, grazie alle reti di Petagna, Kurtic e Gomez, di Nwankwo la rete degli uomini di Nicola. Due sono anche i precedenti in Serie B, a Bergamo: la prima nella stagione 2005˗2006 (1˗0 con gol di Defendi per l’Atalanta) e la seconda nella stagione 2010˗2011 (2˗0 sempre per l’Atalanta con gol di Tiribocchi e Pettinari). Stradominio orobico, dunque, nel totale delle gare disputate in Lombardia, con 3 vittorie su 3 e nessuna rete subita.

Atalanta-Crotone: l’arbitro del match

Sarà Marco Piccinini della sezione di Forlì l’arbitro designato dall’AIA per il match  tra Atalanta e Crotone, in programma questa sera alle ore 20.45 allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo. Si tratta di un esordio assoluto nella massima serie per il classe 1983: il forlivese ha già, infatti, sperimentato in questa stagione una partita di Serie A ma mai come direttore di gara, soltanto come assistente alla Var. Considerato uno dei maggiori talenti, Piccinini ha già accumulato una certa esperienza nelle categorie inferiori, guadagnandosi la promozione in breve tempo. Il forlivese sarà coadiuvato dagli assistenti Longo e Di Vuolo. Il quarto uomo sarà Maresca mentre Valeri siederà alla postazione Var, coadiuvato da Balice.

Atalanta-Crotone Streaming: dove vederla in tv

La partita andrà in onda a partire dalle ore 20.45 in diretta sulle frequenze di Sky Calcio 7. Non solo, perché Atalanta-Crotone sarà trasmessa in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go e Serie A TIM TV. La gara sarà visibile anche tramite decoder TIM Vision. Ecco inoltre la lista dei siti aggiornati su cui è possibile vedere il calcio streaming: Diretta Streaming Calcio. Qui potrete trovare tutte le informazioni sul sito di streaming calcio RojadirectaRojadirecta.