Connettiti con noi

Champions League

Bonucci: «Juventus, il modulo non conta, possono esserci anche 11 attaccanti…»

Pubblicato

su

infortunio bonucci juventus

Leonardo Bonucci parla degli obiettivi stagionali della Juventus, in corsa per campionato, Champions League e Coppa Italia

Leonardo Bonucci fissa gli obiettivi stagionali con la Juventus. Il difensore bianconero ricorda la strada di questo finale di stagione: «Non voglio creare illusioni, ma siamo in corsa per tutti e tre gli obiettivi. La Juventus è tra le cinque migliori squadre al mondo, abbiamo il dovere di arrivare fino in fondo alle competizioni – ha dichiarato al sito ufficiale della UEFA Il Porto in Champions League? Toccherà a noi capire come riuscirci, perché non sarà facile, e tutti dovranno dare il 100%, dai giocatori alla società ai tifosi. Nel calcio non c’e’ nulla di scontato. Dovremo sempre scendere in campo per portare a casa la vittoria, con la consapevolezza di essere forti, ma con umiltà, migliorarsi continuamente. Il modulo? Tutti parlano di quattro o cinque giocatori offensivi, ma con il 3-5-2 difendevamo con meno uomini; con la difesa a tre ti ritrovi a giocare uomo contro uomo, o addirittura in inferiorità numerica. Questo modulo è un po’ più spregiudicato, ma io penso che il segreto sia un altro: si vince da squadra, si fa gol da squadra e non si prende gol da squadra. Abbiamo visto Mandzukic, Higuaín e Dybala rincorrere i giocatori fino a dentro la nostra area. Con questo atteggiamento puoi schierare anche 11 attaccanti. Se tutti si mettono a disposizione nelle due fasi, il modulo conta relativamente. L’arrivo di fuoriclasse di peso internazionale come Higuaín e Pjanic, la crescita di Dybala e l’innesto di Dani Alves ci hanno permesso di crescere ulteriormente rispetto alla scorsa stagione. Higuaín è un animale da area di rigore. Gli metti la palla in area e lui in un modo o in un altro fa gol».