Brozovic sempre meno Epic: rapporto con San Siro e l’Inter compromesso

© foto www.imagephotoagency.it

Rapporto difficile tra Brozovic e il suo pubblico. Fischi per il croato che ha risposto con un applauso ironico: ora rischia

Spalletti, sul risultato di 1-1 in InterBologna, ha deciso di fare affidamento su Rafinha, togliendo dal campo Brozovic. Siamo al minuto 13. Minuto che con ogni probabilità segna la fine del rapporto tra l’Epic centrocampista e il pubblico nerazzurro. Il popolo interista ricopre di fischi il 25enne mediano croato che risponde con tanto di applauso ironico rivolto a tutto lo Stadio. I fischi diventano presto insulti. Spalletti invita poi Brozo a rimettersi la tuta e dopo la gara commenta così l’accaduto: «Dovrò rivederlo bene in tv. In ogni modo abbiamo un regolamento: chi esce da questo regolamento si autoesclude, non sono io ad agire. Marcelo era un po’ nervosetto, non mi sembra comunque che abbia voluto irretire il pubblico».

Il centrocampista croato ha sfornato l’assist per l’1-0 di Eder ma non riesce a incidere. I tifosi gli rimproverano lo scarso rendimento e lo scarso impegno, lui è nervoso e il suo gesto è figlio proprio di un evidente nervosismo. Il rapporto con il pubblico interista, specie con il popolo presente a San Siro, si è complicato da tanto tempo. Il gesto di ieri rischia di averlo compresso per sempre. Contro il Crotone, una settimana fa, Brozo aveva scalciato il borsone al momento del cambio con Karamoh. Situazione difficile, complicata per Brozovic. Il giocatore verrà escluso dalla prossima sfida con il Genoa ma lo stop, anche a causa dell’ottimo inserimento di Rafinha, potrebbe essere più lungo. A giugno il divorzio sembra un passo inevitabile.