Connettiti con noi

Calciomercato

Calciomercato Inter, da Dzeko a Correa: il punto sul post Lukaku

Pubblicato

su

L’Inter è al lavoro per il post Lukaku: Dzeko è pronto a sbarcare poi si tenterà l’assalto a Correa mentre per Vlahovic…

48 ore per scegliere il sostituto di Romelu Lukaku. 48 ore decisive per la stagione dell’Inter e che i dirigenti nerazzurri non dovranno sbagliare. La soluzione più semplice – spiega La Gazzetta dello Sport- è quella che porta a Edin Dzeko, mentre il sogno Dusan Vlahovic fatica a prendere corpo a causa della resistenza della Fiorentina. Ma l’Inter ha fretta, il campionato è alle porte. A Simone Inzaghi serve un protagonista, un centravanti già pronto a reggere le pressioni più forti. Le cronache dicono che è stato aperto un dialogo anche con l’Atalanta per il rodato Duvan Zapata. In questo caso, però, i Percassi partono da una richiesta di 50 milioni. Non pochi per un trentenne. I più ottimisti dicono che si può chiudere a 35 milioni di euro, eppure la pratica (avviata per tempo) in questo momento appare rallentata.

L’a.d. Beppe Marotta e il d.s. Piero Ausilio stanno riflettendo sul da farsi, ma non hanno tanto tempo a disposizione. Anche perché, ora come ora, devono fare i conti con una sostanziale limitazione. Per il Fair Play finanziario interno al quartier generale di Nanchino hanno decretato che si può reinvestire solo un terzo dei guadagni. E dopo le ricche cessioni di Hakimi e Lukaku, che garantiscono entrate per 185 milioni di euro, l’attuale tetto di spesa si ferma a quota 55 milioni.

I dirigenti nerazzurri hanno subito provato a contattare gli uomini di Rocco Commisso per provare ad acquistare il promettentissimo Vlahovic. Da settimane si parla di un interesse del club viola per il centrocampista interista Stefano Sensi: quindi un suo coinvolgimento nell’affare potrebbe aiutare i nerazzurri nell’assalto all’attaccante serbo. Ma neanche la disponibilità nerazzurra a cedere in prestito il talento azzurro è bastata a smuovere le acque a Firenze. Il problema è che per indurre in tentazione la proprietà viola occorre mettere sul piatto almeno una sessantina di milioni di euro, visto che bisogna vedersela anche con la concorrenza del Tottenham. Al momento, però, dalla Cina non sono giunti segnali su un cambio di strategia e senza aumenti di budget è impossibile immaginare un blitz su Vlahovic in quattro e quattr’otto. Tuttavia sono giorni bollenti è tutto può cambiare in un attimo.

Ecco perchè l’Inter si sta muovendo anche sul fronte Dzeko. I nerazzurri sono pronti ad offrire un biennale da 5 mln netti a stagione e da Mourinho è arrivata anche la promessa di liberarlo a fronte di un’offerta pluriennale. Dal punto di vista tecnico la possibile scelta per Dzeko può portare alla successiva accoppiata con l’argentino Joaquín Correa, in rotta con la Lazio. Ma Lotito, si sa, è un cliente difficile e anche questa pista è tutta da scoprire. Attenzione, dunque, al possibile rientro in gioco di Zapata. Ma questi scenari sono in seconda battuta. L’oggi è ancora velato, anche se Dzeko merita il primo piano.

TUTTE LE NOTIZIE SUI NERAZZURRI SU INTERNEWS24.COM