Choc in Portogallo: giocatori dello Sporting Lisbona aggrediti dagli ultras

Iscriviti
juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Si scatena la furia ultas in Portogallo: giocatori dello Sporting Lisbona aggrediti per mancata qualificazione in Champions

Follia ultrà in Portogallo. Nel pomeriggio 50 tifosi incappucciati hanno fatto irruzione nel centro sportivo dello Sporting e hanno aggredito i giocatori biancoverdi, l’allenatore Jorge Jesus e lo staff tecnico con oggetti contundenti quali cinture, torce e spranghe. Rabbia dovuta alla sconfitta subita contro il Maritimo nell’ultima giornata di campionato che ha estromesso lo Sporting (3°) dalla prossima Champions League. Paura per l’attaccante Dost che è rimasto ferito alla testa.Tra i giocatori coinvolti anche Acuna, Rui Patricio, William Carvalho, Misic e Battaglia.

Nel tardo pomeriggio è arrivato anche il comunicato del club portoghese: «Lo Sporting vuole condannare fermamente quanto accaduto oggi all’Academia Sporting. Non possiamo in alcun modo essere d’accordo quando ci sono atti di vandalismo o aggressione nei confronti degli atleti, degli allenatori e dello staff tecnico, nè con altri atteggiamenti che non sono assolutamente in linea con la storia del club. Lo Sporting non è questo, non può essere questo. Faremo ogni tipo di sforzo per individuare i responsabili e non mancheremo di infliggere punizioni nei confronti di coloro che hanno agito in questo modo pietoso».

Ora lo Sporting dovrà giocare la finale di Coppa nazionale contro l’Aves, ma alcuni giocatori sono pronti a non scendere in campo per protesta. In più, secondo la stampa locale, diversi calciatori avrebbero già chiesto la rescissione immediata del contratto.