Connettiti con noi

Inter News

Conferenza stampa Conte: «Aumenta la pressione, ora serve cinismo» – VIDEO

Pubblicato

su

Antonio Conte parla alla vigilia della gara contro il Parma: ecco le dichiarazioni del tecnico dell’Inter verso la sfida contro i ducali

Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Parma. Ecco le dichiarazioni del tecnico dell’Inter.

PER TUTTE LE NOTIZIE SUI NERAZZURRI SEGUITECI SU INTERNEWS24

PARMA «Il Parma c’ha messo sempre in difficoltà. L’abbiamo battuti solo una volta. Hanno una classifica pesante ma elementi di esperienza. Ha giocatori di qualità, veloci e tecnici. E D’Aversa è un ottimo tecnico. Bisogna avere il giusto approccio».

COSA MIGLIORARE«Sicuramente in fase realizzativa dobbiamo essere molto più cattivi e determinati. Creiamo tante situazioni da gol e con tutta la squadra, non solo gli attaccanti. Hanno palle gol i centrocampisti centrali, i quinti, i difensori. Dobbiamo essere più cinici».

PRESSIONI «La squadra è cresciuta, le pressioni saranno sempre più alte da qui alla fine. La situazione è diversa,l’anno scorso abbiamo fatto buon campionato ma oggi siamo noi in testa. Ora le pressioni aumenteranno a dismisura, dobbiamo dimostrare maturità per arrivare al successo».

VIDAL «Vidal ora si sta allenando, sta cercando di dare continuità negli allenamenti. Ha avuto sempre qualche problema fisico da quando è arrivato. E’ un generoso, non si è mai voluto fermare per curarsi. Noi lo ammiriamo e ringraziamo per questo. Ora sta lavorando per crescere».

JUVE «C’è un dato di fatto diverso rispetto all’anno scorso. E cioè che abbiamo battuto la squadra che ha vinto per 9 anni di fila e vorrebbe vincere il decimo. Questo è importante, l’anno scorso c’avevano sempre battuto. Quella vittoria ha dato autostima e consapevolezza. Dobbiamo dimostrare di essere cresciuti totalmente e c’è solo un modo per dimostrarlo. E la crescita è stata anche veloce. E la crescita la dimostri solo se vinci, se non vinci hai sempre margini di miglioramento. E questo devi saperlo».

CLASSIFICA «Non lasciare punti da qui alla fine è difficile, nel campionato italiano un ritmo del genere è difficile. Ci sarà sicuramente da mantenere un buon ritmo, ogni partita deve essere una finale. Questo è fuori di dubbio. Ora entrano anche aspetti psicologici, di pressione».

SANCHEZ – «Sanchez è un giocatore che ora è nella condizione psicofisica migliore. Veniva da anni tribolati. Con noi ha avuto l’infortunio alla caviglia, l’abbiamo aspettato per mesi. C’è voluta pazienza ma ora Alexis è nella migliore condizione. Rivedo sprazzi del vecchio Sanchez».