Connettiti con noi

Serie A

Deulofeu: «Sono contento sia arrivato Llorente. Ecco cosa mi ha colpito dell’Udinese»

Pubblicato

su

Gerard Deulofeu ha parlato a Udinese Tv del suo ambientamento in bianconero e della stagione dei friulani

Gerard Deulofeu ha parlato a Udinese Tv del suo ambientamento in bianconero e della stagione dei friulani. Queste le sue parole riportate dal sito ufficiale dell’Udinese.

Sono contento di aver sposato questo progetto e di aver firmato con l’Udinese, ora sono qua a titolo definitivo e sono pronto per aiutare la squadra a raggiungere tutti gli obiettivi prefissati, sono felice. Infortunio? Non è stato facile, si soffre tanto e io volevo fare certe cosa che il mio corpo non mi permetteva di fare. Ora sto iniziando a sentire delle sensazioni migliori ma per me è stato difficile, ho sofferto molto ma con il lavoro e la pazienza alla fine tutto arriva. Il mio processo di recupero sta andando bene, il mio obiettivo era quello di arrivare al massimo della forma per la seconda parte della stagione. Ora il mio corpo sta rispondendo e tutti vogliono che torno al mio massimo livello.

Io, come tutti gli altri, voglio sempre giocare tutte le partite fino alla fine e ieri mi sentivo bene fisicamente e sentivo di avere ancora energie per giocare. Volevo finire la partita e segnare perché ancora non ho segnato in Serie A con questa maglia ma ciò che conta è che abbiamo preso i tre punti e ora pensiamo alla prossima.

Non ho avuto nessun problema ad ambientarmi qua nemmeno dal punto di vista tattico. Arrivavo dal Watford dove nell’ultimo periodo abbiamo giocato con il 4-5-1, con una difesa molto bassa e un gioco fatto di ripartenze sugli esterni. Non ho problemi con il sistema di gioco, il problema che ho avuto in questo periodo riguardava il mio corpo ma qui mi sono trovato subito benissimo con Mister e compagni. Mi piace l’ambiente intorno alla squadra e sono contento perché vedo molti progressi nella squadra nell’ultimo periodo.

Llorente? Sono contento che sia arrivato, lo conoscevo già ed è un bravissimo ragazzo, ora che siamo insieme là davanti andrà sicuramente benissimo. In passato ho giocato in maniera simile con Deeney, Fernando è molto alto ed è molto bravo sulle palle lunghe, io posso inserirmi negli spazi e sfruttare le sue giocate: possiamo essere una buona coppia là davanti. Pereyra? Mi piace come sta giocando, sta dando il massimo in ogni partita e anche ieri abbiamo fatto molto bene insieme, abbiamo fatto un grande lavoro anche per il rigore. Per me è un amico e sono contento di giocare con lui.

Quello che mi è piaciuto di Udine è la professionalità e l’organizzazione di tutta la società. Mi piace andare ogni giorno allo stadio per allenarmi e mi piacciono i compagni che ho trovato, insieme stiamo crescendo e credo che siamo un’ottima squadra. Tutti qua sappiamo qual è il nostro obiettivo e dobbiamo innanzitutto arrivare a 40 punti nella miglior forma possibile e in qualsiasi modo, poi pensiamo in grande. Io sono uno che pensa sempre in grande, è la mia mentalità e cerco sempre di mettercela tutta e guardare avanti, però non voglio parlare troppo perché alla fine parla il campo e dobbiamo cercare i tre punti ogni domenica.

Rimpianti? Non penso a queste cose, in passato sono stato in grandi squadre ma non mi metto a pensare che per via dei miei infortuni ora mi trovo in posto in cui non dovrei. Sono qua ora e il mio unico pensiero è il presente di questa squadra, nel calcio non si può pensare al passato perché se lo fai significa che stai perdendo di vista il presente ed il futuro, che secondo me è il più importante. Io ringrazio tutte le squadre che mi hanno accolto in passato ma ora sono all’Udinese e sono contentissimo di essere qua

Advertisement