Connettiti con noi

Focus

Come giocherà il Genoa di Shevchenko? Modulo, formazione e nuove idee

Pubblicato

su

Approfondimento sul nuovo Genoa di Andriy Shevchenko. Possibile modulo, la formazione con i nuovi titolari. Le ultimissime news

Il Genoa ha scelto Andriy Shevchenko per ripartire, dopo l’esonero di Davide Ballardini. Una mossa importante e anche un filino azzardata perché l’ucraino ha allenato solo la nazionale ucraina dal 2016 al 2021. Ora la prima grande avventura su una panchina di club, con il Genoa del Fondo 777 Partners che fa quindi la sua prima scommessa, prende la sua prima decisione. E se già si parla di primi nomi importanti per il mercato del Genoa, nomi che possono risvegliare la piazza, ora è tempo di pensare al campo. Perché il mercato di gennaio aprirà solo fra due mesi e Sheva dovrà guadagnarsi il panettone prima, il torrone poi e infine i regali…di gennaio. E quindi, inevitabilmente, dovrà fare di necessità virtù, facendo vedere la sua idea di gioco con gli uomini che ha a disposizione.

Modulo e formazione della squadra di Sheva

Come giocherà il nuovo Genoa di Shevchenko? Il tecnico e il suo nuovo staff in queste prime ore ha provato la difesa a 3. Il Genoa, abituato a giocare soprattutto con la retroguardia a 3, può giocare anche con la difesa a 4. E l’idea in futuro sembra essere proprio quella di una retroguardia a 4 uomini ma, almeno inizialmente, i rossoblù dovrebbero ripartire dal classico 3-5-2. Saranno importanti i senatori Criscito, Pandev, Behrami e Badelj. Ai tempi dell’Ucraina Sheva ha lavorato soprattutto su 4-3-3 e 4-3-1-2 e lì si tornerà, soprattutto grazie ai rinforzi che arriveranno dal mercato di gennaio. Per il momento bisogna fare di necessità virtù e la sosta verrà utilizzata per provare soluzioni più pronte. Dunque, inizialmente spazio al 3-5-2 con Destro e Caicedo titolari, mentre a centrocampo potrebbe esserci nuova linfa per Hernani, arrivato dal Parma e finito nel dimenticatoio.  In difesa, quando tornerà dall’infortunio, ci sarà Maksimovic, con Criscito e Vasquez accanto a lui nella difesa a 3, mentre con la retroguardia a 4 potrebbe esserci il ritorno del capitano sulla fascia con Cambiaso a destra. In mediana chiavi affidate a Badelj con Rovella al suo fianco e l’ex Parma Hernani, oltre ai vari Toure, Behrami, Sturaro.