Inter, BC Partners prepara l’offerta: le prossime mosse di Suning

Iscriviti
© foto Steven Zhang

Suning intende lasciare il club nerazzurro in mani solide sia per una forma di rispetto per il blasone della società sia per essere ricordato

Come riporta Il Corriere dello Sport la trattativa tra Suning e BC Partners va avanti a fari spenti sull’asse Nanchino-Londra. La due diligence sui conti del club di viale della Liberazione è ancora in corso e ci vorranno altre 2-3 settimane per concluderla. Successivamente il fondo inglese formulerà al colosso cinese una proposta per l’acquisto della maggioranza. Già adesso, però, il nome di Nikos Stathopoulos, il manager che cura gli interessi di BC Partners in Italia, non è più sconosciuto.

BC Partners in questo momento è un passo avanti rispetto agli altri soggetti interessanti perché sta portando avanti la due diligence in esclusiva e, da quanto filtra da ambienti finanziari, avrebbe la convinzione di poter chiudere a una cifra che permetterebbe in futuro di ottenere ricavi dalla cessione del club. La mossa chiave però adesso è quella di Suning: ricevuta la proposta dagli inglesi, la approfondirà intavolando una trattativa oppure sarà tentato da ascoltare le offerte degli altri soggetti interessati?

Una domanda apparentemente banale, ma la risposta farà capire quanta fretta ha la famiglia Zhang di chiudere l’investimento fatto nell’Inter. Di certo, al di là dell’aspetto economico, il colosso di Nanchino intende lasciare l’Inter in mani solide sia per una forma di rispetto per il blasone della società sia per essere ricordato in un certo modo. La prospettiva dell’azionariato popolare, che da anni ciclicamente torna fuori, al momento non la considera. L’interlocutore adesso è BC Partners. E per capire se sarà anche il nuovo proprietari nerazzurro, non sarà necessario attendere troppo.