Inter, Cordoba: “Pronto per dare una mano”

© foto www.imagephotoagency.it

Gli hanno regalato tanti libri, “eravamo a cena, la gente guardava, avrà  pensato ‘ma quanto legge questo… ‘ “. Ivan Ramiro Cordoba, difensore dell’Inter, racconta il suo 35Ã?° compleanno, il 12Ã?° nerazzurro. Intervista a Inter Channel, in onda nelle edizioni del tg, realizzata nella nuova regia del canale tematico, al primo piano del centro sportivo “Angelo Moratti”. “Ieri sera – racconta il difensore – ho festeggiato con la famiglia, al mare, questa mattina abbiamo fatto colazione tutti insieme e poi sono venuto ad Appiano per l’allenamento. E qui è stata, come sempre, una nuova festa“, perchè questa è la sua seconda casa.

Io, se potessi fare un regalo all’Inter, sarebbero vittorie. Tante vittorie! Quando sono arrivato a Milano mai avrei pensato di poter festeggiare, indossando la maglia nerazzurra, il mio 35Ã?° compleanno. à? bello anche per questo. “Non ho una sola immagine da ricordare in particolare. Ricordo tutto, con piacere, anche le pagine negative, perchè ho vissuto tutto con grande partecipazione, con intensità , e con grande orgoglio“. Un esempio, vero, di quelli che magari finiscono poche volte sulle pagine dei giornali o in tv, ma che fanno la differenza. Con l’esempio. “Prima della trasferta in Cina, ho chiesto all’allenatore se potevo partecipare alla trasferta. Sapevo di non poter dare un contributo attivo alla squadra, ma volevo vivere dentro la squadra la prima tappa di una nuova stagione. à? andata male, peccato, ma quella di Pechino è stata un’esperienza importante, abbiamo fatto gruppo, ci servirà “.

Servirà  anche perchè, secondo Cordoba, “nel primo tempo, quasi perfetto, si è visto tutto quello che Gasperini vuole dalla squadra. Poi, è chiaro, all’inizio della stagione non è facile avere già  la continuità  sui novanta minuti, ma quel primo tempo è la dimostrazione che il gruppo sta lavorando tanto e bene“.

Il difensore sta completando il recupero agonistico dopo l’intervento al ginocchio sinistro del 15 aprile (‘revisione’ del menisco esterno). Scalpita, anche se non lo dice, e lavora giorno dopo giorno, con un impegno da applausi: “Tutto procede secondo programma. Senza intoppi. Ho ancora qualche controllo di routine, ma va bene, sto intensificando il lavoro, non vedo l’ora di dare una mano alla squadra

Fonte: Inter.it