Juve, Dani Alves e il triplete: il brasiliano sogna un primato unico

dani alves juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Juve: la Champions League resta le vetrina perfetta di Dani Alves, che insieme a Mandzukic punta Eto’o. Solo l’ex Inter, nella storia del calcio, ha vinto il triplete con due squadre diverse

L’avvio di stagione di Dani Alves con la Juve non è stato certo dei più esaltanti. L’abitudine al calcio arrembante del Barcellona e alla spensieratezza in fase difensiva tipico della Liga ha preso un frontale al primissimo impatto in Serie A. Il laterale brasiliano ha dovuto macinare tanti minuti nel massimo campionato e qualche presenza in Champions League prima di prendere le misure di un mondo nuovo. Nel girone d’andata la critica non è certo andata leggera: prima viene considerato in fase calante, poi addirittura finito e trattato come un giocatore venuto in Italia per svernare. Ma le apparizioni negli ultimi due mesi hanno convinto tutti: Dani Alves è l’uomo giusto al posto giusto nel momento giusto, il giocatore perfetto per le partite di altissimo livello. E la Juve, per domare il Barcellona, ha avuto anche bisogno della sua immensa esperienza. Domani contro il Monaco il brasiliano sarà certamente titolare nella retroguardia bianconera e la sua presenza sarà importante per far capire subito ai giovani e talentuosi monegaschi che dalla sua parte non si scherza.

L’obiettivo di Dani Alves è quello di inseguire un primato unico al mondo, che appartiene soltanto a Samuel Eto’o, unico giocatore nella storia del calcio ad aver vinto il triplete con due squadre diverse: a Barcellona nella stagione 2008-2009, all’Inter l’anno successivo. Un’impresa che solo il camerunense è stato capace di compiere e che quest’anno può riguardare, oltre a Dani Alves, anche Mandzukic, eroe del Bayern Monaco di Jupp Heynckes e ora perno della trequarti della Juve. Per Dani Alves però, un eventuale triplete, sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione iniziata malissimo, ma che ora ha tutte le caratteristiche per poter diventare leggendaria.