Lazio – Milan (1-1): pagelle e tabellino

biglia lazio rinnovo
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio – Milan, Serie A 2016/2017, 24a giornata: formazioni ufficiali, pagelle, risultato, tabellino e sintesi, probabili formazioni ed info streaming gratis

LazioMilan 1-1, alla rete di Biglia risponde il colpo finale del solito Suso. Situazione di classifica ovviamente invariata: le distanze tra la squadra di Inzaghi e quella di Montella restano le medesime, così come non cambiano le dinamiche nella rincorsa ad un posto al sole delle coppe europee. Prima frazione assolutamente intesa: buon approccio del Milan, poi tanta Lazio, abile ad approfittare delle carenze difensive avversarie, ad onor del vero dovute a qualche assenza di troppo. Maggiore reattività atletica per i padroni di casa: non va dimenticata la fresca impresa centrata in doppia inferiorità numerica dagli uomini di Montella in trasferta a Bologna. Ripresa altrettanto godibile: è sempre la Lazio a tenere il pallino delle operazioni, ma il Milan non si limita a guardare e quantomeno prova a lasciare sul campo le ultime energie rimaste. Ed è così premiato allo scadere dalla giocata del suo uomo più talentuoso.

Lazio – Milan 1-1: tabellino

MARCATORI: Biglia (L) 45’ rig., Suso (M) 85′
AMMONITI: Vangioni (M), Radu (L), Mati Fernandez (M), Milinkovic-Savic (L)
ARBITRO: Antonio Damato (sezione di Barletta)

Lazio – Milan: pagelle e sintesi

LAZIO (4-3-3) – Strakosha 6; Basta 6, de Vrij 6, Hoedt 6, Radu 5.5 (all’87’ Patric s.v.); Parolo 6.5, Biglia 6.5, Milinkovic-Savic 6; Keita 6.5 (al 65’ Lulic 5.5), Immobile 6.5, Anderson 6.5 (all’87’ Lombardi s.v.). A disposizione: Vargic, Bastos, Wallace, Lukaku, Crecco, Murgia, Luis Alberto, Djordjevic, Tounkara. Allenatore: Simone Inzaghi

MILAN (4-3-3) – Donnarumma 6.5; Abate 7, Zapata 5, Gomez 5.5, Vangioni 5; Pasalic 5.5, Locatelli 5.5 (al 53’ Sosa 6.5), Poli 6 (al 77’ Mati Fernandez s.v.); Suso 7, Deulofeu 5.5, Ocampos 5 (al 63’ Lapadula 5). A disposizione: Plizzari, Storari, Zucchetti, Bertolacci, Honda, Bacca. Allenatore: Vincenzo Montella

LAZIO – IL MIGLIORE

Immobile 6.5: Non sempre lucidissimo negli ultimissimi metri, ma il suo è un moto perpetuo che giova con peso preponderante alla manovra biancoceleste: non concede punti di riferimento alla precaria linea difensiva rossonera, perfetto nel ruolo di sponda per agevolare l’incedere di Anderson e Keita o gli inserimenti dei centrocampisti.

LAZIO – IL PEGGIORE

Lulic 5.5: Ingresso in campo così è così: dà il cambio a Keita per equilibrare un 4-3-3 di chiara interpretazione offensiva, ma quasi combina il guaio atterrando Abate in piena area di rigore biancoceleste, dopo che gli era sfuggita la sovrapposizione dell’esterno basso rossonero. Sembra non trovare la posizione giusta, continua ad aiutarsi con qualche fallo di troppo. Scarso sostegno anche nella marcatura di Suso, in occasione della rete del definitivo pareggio rossonero.

MILAN – IL MIGLIORE

Abate 7: Si procurerebbe il calcio di rigore del potenziale pareggio, situazione giudicata diversamente dal direttore di una gara, con una discesa degna dei tempi migliori: ne firma altre, sia nel primo che nel secondo tempo. Molto presente anche in fase difensiva: limita un attivissimo Keita, con l’ingresso in campo di Lulic ha maggiore spazio – e meno preoccupazioni – per offendere. Condivide la palma del migliore con Suso: assente per 85 minuti, ma la gemma del pareggio vale il prezzo del biglietto.

MILAN – IL PEGGIORE

Zapata 5: Una prestazione accettabile fino all’occasione del vantaggio biancoceleste, quando si fa saltare secco dal movimento di Immobile in piena area di rigore, costringendo Donnarumma alla situazione poi giudicata fallosamente dalla quaterna arbitrale. Sbanda anche nella ripresa, legge poco i movimenti di Immobile ed appare spesso fuori posizione.

 

PRIMO TEMPO – Prima chance per la Lazio firmata Keita: al 2’ minuto il senegalese rientra sul piede forte e calcia, ben appostato Donnarumma. Guizzo di Deulofeu – quest’oggi in posizione accentrata da falso nueve – e discreta tenuta di Hoedt che si salva in corner. Gara intensa sin dalle prime battute: buon atteggiamento generale del Milan nonostante le tante assenze sofferte nel pacchetto difensivo. Chance per la Lazio all’11’ da corner: Parolo prolunga per Immobile pronto a battere a porta sguarnita, grande anticipo di Vangioni, sugli sviluppi conclusione di Biglia dalla media distanza e risposta sicura di Donnarumma. Ora meglio la Lazio: cross tagliato di Parolo ed anticipo di Immobile con un buon colpo di testa, palla appena a lato. Ancora avanti la squadra di Inzaghi: al 20’ scarico di Anderson per Keita che trova la porta me senza impensierire l’estremo difensore nerazzurro, così come appena dopo fa lo stesso brasiliano. Al 25’ sponda di Immobile per Keita che apre il piatto e calcia di prima intenzione, tutto facile per Donnarumma, dopo pochi istanti lo stesso Immobile spreca a tu per tu con il portiere avversario. Ancora chance clamorosa per la Lazio: al 28’ Hoedt gira da corner e colpisce in pieno Donnarumma. Prova ad iscriversi alla partita Ocampos: contropiede rossonero e mancino dell’argentino, buon diagonale ma non vincente. Al 38’ ripartenza firmata Deulofeu: nulla di fatto. Ritmi leggermente in calo nella fase finale di frazione, con la Lazio che ha speso tanto ed il Milan che prova a riorganizzarsi. Al 45’ minuto la chiave di svolta: gran movimento di Immobile che elude la marcatura di Zapata e costringe Donnarumma al fallo da rigore (grandi proteste dell’estremo difensore rossonero), si incarica della battuta Biglia e fa centro con una soluzione di potenza. Si va all’intervallo sul risultato di 1-0.

SECONDO TEMPO – Non ci sono cambi all’intervallo, si rientra in campo pertanto con le stesse formazioni del fischio d’inizio: subito diverse iniziative della Lazio con Felipe Anderson che salta sistematicamente Vangioni e serve verso il centro dell’area rossonera, la più insidiosa al 6’ minuto con Milinkovic che non centra il pallone per questione di centimetri. Scatenato Anderson in avvio di ripresa: al 9’ si mette in proprio e calcia verso l’incrocio dei pali, Milan salvo. Dopo una buona presenza territoriale della Lazio torna a farsi vedere il Milan, scomparso dalla metà campo avversaria: è Suso ad innescare e finalizzare la ripartenza al 21’, ma la battuta risulta poi imprecisa. Al 23’ episodio assai dubbio in area laziale: Abate scappa sulla destra e viene spinto dal subentrato Lulic, il direttore di gara non ravvede gli estremi per l’assegnazione del penalty. Alla mezzora interessante ma al contempo prevedibile punizione di Sosa da posizione decentrata, il Milan ci prova con le energie rimaste. Gran botta di Anderson al 32’: palla sull’esterno della rete. Conclusione a giro sul secondo palo di Milinkovic al 35’: Donnarumma impietrito ma manca la necessaria precisione, parata super del baby rossonero su Immobile al 38’, colpevole però di non aver impresso la necessaria potenza al suo interno. Al 40’ minuto arriva il pareggio del Milan: azione strepitosa di Suso che – dopo una prestazione decisamente anonima – si mette in proprio e fa secco mezza difesa avversaria prima di spedire all’angolo opposto. Soluzione super per il talento spagnolo. Suso scatenato nel finale: va addirittura vicino al colpo del ko, ma il posticipo dell’Olimpico termina giustamente sul risultato di 1-1.

Lazio – Milan: formazioni ufficiali

Tutto confermato in casa Lazio, con Keita che vince il ballottaggio aperto con Lulic, mentre c’è una rilevante novità tra le scelte di Vincenzo Montella: gioca Poli e non Bertolacci, che almeno inizialmente si accomoda in panchina. Infortunio per Marchetti nel riscaldamento: al suo posto Strakosha.

LAZIO (4-3-3) – Strakosha; Basta, de Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic; Keita, Immobile, Anderson. A disposizione: Vargic, Bastos, Wallace, Patric, Lukaku, Lulic, Crecco, Murgia, Luis Alberto, Djordjevic, Tounkara. Allenatore: Simone Inzaghi

MILAN (4-3-3) – Donnarumma; Abate, Zapata, Gomez, Vangioni; Pasalic, Locatelli, Poli; Suso, Deulofeu, Ocampos. A disposizione: Plizzari, Storari, Romagnoli, Bertolacci, Honda, Sosa, Fernandez, Lapadula, Bacca. Allenatore: Vincenzo Montella

Lazio – Milan: probabili formazioni e pre-partita

LAZIO, BIGLIA: “Vogliamo diventare una grande, non è facile, manca un salto di qualità. Oggi contro il Milan è uno scontro diretto contro un’avversaria che ha i nostri obiettivi”.

MILAN, VANGIONI: “Sono soddisfatto di aver ottenuto quest’altra opportunità, voglio giocare il più possibile. Con la Lazio è una partita importante, ottenere i tre punti ci avvicinerebbe al nostro obiettivo, ossia quello di raggiungere le posizioni più alte della classifica. Bologna? Una vittoria fondamentale per noi ma dobbiamo ancora migliorare”.

Lo scontro diretto in chiave qualificazione europea dell’Olimpico di Roma – tra la Lazio di Simone Inzaghi ed il Milan di Vincenzo Montella – chiude il programma della ventiquattresima giornata del campionato di Serie A 2016-17. Rossoneri rinfrancati dall’impresa di Bologna in doppia inferiorità numerica, biancocelesti intenzionati ad affermarsi contro squadre di alta classifica, tallone d’Achille della stagione. Le scelte: Inzaghi dovrebbe confermare Hoedt al centro della difesa, in tandem con l’inamovibile De Vrij, il ballottaggio aperto è tra Lulic e Keita a completamento del tridente con Felipe Anderson ed Immobile. In casa Milan la fanno da padrone le assenze, soprattutto nel pacchetto difensivo: out per infortunio Romagnoli, De Sciglio, Antonelli e Calabria, per squalifica Paletta. Scelte obbligate dunque: Abate e Vangioni sui lati, Zapata e Gomez la coppia centrale.

LAZIO (4-3-3)  Marchetti; Basta, de Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic; Keita, Immobile, Anderson. A disposizione: Strakosha, Vargic, Bastos, Wallace, Patric, Lukaku, Lulic, Crecco, Murgia, Luis Alberto, Djordjevic, Tounkara. Allenatore: Simone Inzaghi
MILAN (4-3-3) – Donnarumma; Abate, Zapata, Gomez, Vangioni; Bertolacci, Locatelli, Pasalic; Suso, Deulofeu, Ocampos. A disposizione: Plizzari, Storari, Romagnoli, Poli, Honda, Sosa, Fernandez, Lapadula, Bacca. Allenatore: Vincenzo Montella

Lazio – Milan Streaming: dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45  in diretta satellitare sulle frequenze di Sky Sport e in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium, oltre che in streaming su app iOSAndroid e Windows Mobile per smartphone, pc e tablet Serie A TIM TVPremium Play Sky Go.