Lite per Udinese-Juventus: muore un uomo di 52 anni

© foto www.imagephotoagency.it

Un cinquantaduenne piemontese è morto oggi in ospedale dopo 6 giorni di ricovero per le gravi conseguenze di una lite con un marocchino esplosa durante Udinese-Juventus.

Per il calcio, a volte, si può anche perdere la vita. Questo è quello che è successo a un uomo di 52 anni,morto oggi all’Ospedale di Asti in cui era ricoverato dopo una lite violenta per motivi calcistici durante la partita della scorsa giornata di Serie A fra Udinese e Juventus, giocatasi alla Dacia Arena e vinta dai bianconeri per 2-0 con i gol di Bentancur e Cristiano Ronaldo. Il tifoso era caduto e aveva sbattuto la testa dopo esser stato preso a pugni da un giovane, un ventenne marocchino, prontamente arrestato dai Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Asti. Nei suoi confronti potrebbe ora gravare l’accusa di omicidio.

Da subito le condizioni del ferito sono apparse gravi e per questo il tifoso è stato ricoverato al nosocomio della città piemontese per il grave trauma cranico riportato. Il cinquantaduenne, un italiano ospite di una comunità di recupero di Vaglierano, paese della provincia di Asti, si è spento dopo 6 giorni di agonia in ospedale.

Sicuramente un brutto episodio di violenza che poco c’entra con il calcio giocato e con la bella prestazione della squadra di Massimiliano Allegri. La Juventus, che comanda a punteggio pieno la classifica di Serie A e ad Udine ha ottenuto la sua decima vittoria consecutiva in questo inizio di stagione fra campionato e Champions League, sfiderà nella prossima giornata il Genoa, fresco di cambio di allenatore, all’Allianz Stadium di Torino. La Vecchia Signora ha un vantaggio di 6 punti in graduatoria sul Napoli di Ancelotti, al momento secondo con due lunghezze in più dell’Inter di Spalletti.

RAMSEY VIA A ZERO: JUVE E MILAN PRONTE A SFIDARSI PER IL GALLESE