Marotta: «Hakimi? C’è delusione e rammarico, la Uefa deve essere più precisa»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima del match contro il Genoa

Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima del match contro il Genoa.

HAKIMI – «C’è delusione e rammarico per le decisione che abbiamo dovuto subire. Hanno creato degli scompensi nella preparazione alla partita, è un dato di fatto. In futuro la UEFA deve essere più precisa. Hakimi è stato riabilitato con due tamponi negativi, è arruolabile a tutti gli effetti».

RISPOSTA – «Qualsiasi tipo di consultivo che viene stilato in questa fase è molto provvisorio. Oggi siamo all’inizio di un torneo, abbiamo terminato il 20 agosto. È sbagliato fare processi già ora. Abbiamo combattuto contro il Coronavirus e quindi qualche scompenso l’abbiamo avuto».

QUANDO VINCENTE – «Dico che vincere lo scudetto è un’impresa difficile. La concorrenza è molto agguerrita, ogni anno si parte per ottenere il meglio. Diciamo che aver indicato una dato è per utilizzare un piano a medio termine. Direi che abbiamo fiducia, siamo contenti del percorso che abbiamo intrapreso. Andiamo avanti con un obiettivo che è quello di vincere».

TURNOVER – «Questo è sicuramente un momento della stagione di grande stress complessivo. Oltre campionato e Champions ci sono state anche le Nazionali e Conte ha dovuto dosare i giocatori».