Preziosi: «Non sono stanco del Genoa, ho bruciato almeno 200 milioni»

© foto www.imagephotoagency.it

Enrico Preziosi parla a ruota libera descrivendo il suo stato d’animo in relazione al tema della cessione del Genoa. Le sue parole.

Nel corso di un’intervista per Corriere dello Sport, il presidente del Genoa Enrico Preziosi è tornato sull’ipotesi di cessione del club.

CEDERE IL CUB – «Se oggi mi domandate quanto sono stanco da uno a cento, rispondo centodieci. Ma non sono stanco del Genoa, che ho tenuto in A per 14 anni su diciotto. Ho 72 anni, il doppio di Pandev, e il dovere morale di pensare al dopo. Se ne avessi cinquanta mi ritufferei in questa avventura perché il futuro è dell’entertainment e il calcio è il punto più alto dello spettacolo, il numero uno al mondo.

«In America sta crescendo in modo verticale, anche l’interesse dei fondi internazionali per la Serie A deve pur significare qualcosa. Io non sono né ricco, né scemo, da 44 anni opero a livello mondiale. Sono solo un po’ coglione nel calcio perché nel calcio intervengono l’emotività e la passione. Il calcio non mi ha fatto dormire troppe notti e in questi diciotto anni ho bruciato almeno 200 milioni di euro».