Salah a digiuno per il Ramadan: il Liverpool teme per la finale di Kiev

salah liverpool
© foto www.imagephotoagency.it

Mohamed Salah rispetterà i principi della sua religione anche in occasione della finale di Champions League tra il suo Liverpool ed il Real Madrid

12 mesi fa nessuno avrebbe scommesso che Momo Salah sarebbe arrivato ad un passo dal vincere la Coppa dalle grandi orecchie. Il Liverpool di Jurgen Klopp, sulla carta, è una buona squadra ma da qui a scalzare le big europee il passo era piuttosto lungo. I reds invece hanno sbaragliato la concorrenza, soprattutto grazie alle reti dell’ex stella della Roma: 10 gol e 5 assist in 12 apparizioni stagionali in CL. Il fenomenale Real Madrid, quindi, con uno come lui in attacco fa, inevitabilmente, meno paura.

Però a spaventare maggiormente il Liverpool è la scelta di Mohamed Salah di digiunare in rispetto al Ramadan. Il numero 11, secondo i precetti religiosi dell’islam, potrà bere e mangiare soltanto dopo che il sole sarà tramontato su Kiev. Ovvero meno di 1 ora da quel momento a quando dovrà scendere in campo per giocare la partita più importante della sua vita. Quella che gli permetterebbe di riportare il Liverpool sul tetto d’Europa, dopo 13 anni di attesa, ma anche di lottare spalla a spalla, con Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, per vincere il prossimo Pallone d’Oro.