Sampdoria, Curci: “Era sempre stato il mio sogno arrivare”

© foto www.imagephotoagency.it

Non ancora ufficializzato il suo passaggio in blucerchiato, Gianluca Curci parla già  da giocatore della Sampdoria. “Da quando andavo a vedere le partite della Roma con mio padre, mi è rimasta impressa una squadra che aveva ManciniÃ?  in attacco, allenata da Eriksson vinsero 3 a 0 a RomaÃ?  e mi rimase proprio impressa perchè tutta la tribuna si alzò in piedi alla fine ad applaudire questa squadra e Mancini che fece un gol stupendo – ha detto il portiere intervistato da Liguria in Diretta Sport – . Quindi vuoi o non vuoi alla fine ci siamo riusciti, era sempre stato un mio sogno, un mio pallino diciamo, di arrivare alla Samp, quindi adesso lo posso dire di aver realizzato qualcosa di importante. La responsabilità  è grandissima, anche perchè lottiamo per la Champions, lo spareggio, e speriamo di passare il turno perchè sarebbe un’occasione per tutti quanti, per la Sampdoria e per me stesso perchè fare la Champions è il massimo, oltre la Nazionale, per un calciatore – continua il portiere del Siena – . Le responsabilità , lo so, sono tante, ma cercherò di fare del mio meglio. Se conosco già  Cassano? Si si, con lui siamo stati tre anni e mezzo in squadra insieme, tre anni e mezzo che ci siamo allenati insieme, quindi lo conosco bene, so com’è fatto, è un fenomeno dal punto di vista calciastico è l’arma in più sicuramente per noi”.