Connettiti con noi

Calcio Femminile

Serie A femminile: spiccano Juventus-Roma e Milan-Sassuolo, il programma

Pubblicato

su

Serie A femminile: è il weekend-verità. La Juventus ospita la Roma, il Milan sfida il Sassuolo per la Champions, scontro salvezza San Marino-Pink Bari

Domani inizia il weekend della verità: la decima giornata di Serie A femminile, si apre con il big match tra Juventus e Roma, ore 12:30, una gara che vale molto per entrambe le squadre. La Vecchia Signora, dopo aver disputato un’ottima gara contro il Lione, campione d’Europa in carica, vorrebbe proseguire il cammino verso il quarto scudetto consecutivo, ma di fronte si troverà la formazione di Betty Bavagnoli all’ultima chiamata Champions e con il dente avvelenato, visti i precedenti disastrosi con le bianconere.

Ad approfittare di questa sfida sarà una tra Milan o Sassuolo. Domenica le compagini, che militano rispettivamente al secondo e terzo posto in classifica, si affrontano per strappare un biglietto della prossima competizione europea: qualora fossero Giacinti e compagne a spuntarla, il team rossonero distaccherebbe le neroverdi di ben cinque punti, e considerando le dieci vittorie su undici raccolte da Ganz, sarà difficile per la squadra di Giampiero Piovani recuperare.

Fondamentale, per non dire di vitale importanza, il match tra San Marino e Pink Bari e tra Napoli ed Hellas Verona. Le titane giungono da quattro punti in sei gare, rispettivamente con Florentia, Hellas Verona e il club partenopeo, ma anche da ottime prestazioni con Sassuolo, Roma e Inter. Per essere una squadra che all’inizio della stagione è stata protagonista di due umilianti score (10-0 e 0-5 rispettivamente con Empoli e Milan), si può dire che la qualità tecnica ma anche psicologica del team di Alain Conte è decisamente migliorata e ora presso il Centro Sportivo Acquaviva è chiamato a vincere per rimanere nella massima serie italiana. Non è certamente della stessa opinione il Pink Bari, in totale crisi di risultati: non vince dal primo match di campionato contro il fanalino di coda Napoli, sono ben otto le sconfitte e un solo pareggio in Coppa Italia con la rivelazione Pomigliano, che milita in Serie B. Serve cambiare marcia, ora o mai più.

Nell’altra gara Hjohlman e compagne, ultime in classifica e ancora senza trionfi all’attivo, vorrebbero respirare, ma prima dovranno battere un’Hellas Verona in salute: sette punti su quindici disponibili, media da ottavo posto. Fuori dalle mura amiche le venete hanno collezionato solamente una vittoria ma al Gino Bozzi contro la Fiorentina di Antonio Cincotta.

Da tenere comunque in considerazione anche Florentia-Inter: per molti inutile per la classifica, considerando le qualità di entrambe le formazioni, pronte a confermarsi anche nella prossima stagione in Serie A, ma senza trovare strade percorribili per i primi tre posti in classifica. Resta comunque di spunto interessante, in modo particolare per le nerazzurre, visto che sul campo non hanno ancora collezionato due vittorie consecutive in questa annata (Napoli a tavolino). La crescita esponenziale del team di Sorbi, però, è visibile ad occhio nudo, non solo per i 14 punti su 21, ma per aver eguagliato la quinta posizione davanti a due top team come Roma e Fiorentina.

Quest’ultima è impegnata ad Empoli nel derby toscano: trasferta che non ricorda per nulla una passeggiata. Infatti, solo il Diavolo è riuscito nell’impresa di espugnare il campo azzurro, dopodiché sono tre le vittorie con San Marino, Roma e Napoli e un pareggio con l’Inter. La Viola, però, ha verosimilmente guadagnato più punti in trasferta con unica sconfitta a Torino contro la capolista Juventus.

Insomma un weekend particolarmente bollente, che potrebbe segnare in via definitiva il cammino di alcune squadre: scudetto, Champions e salvezza. Il conto alla rovescia è iniziato… al segnale «scatenate l’inferno».