Serie B: Il cigno di Zenica

© foto www.imagephotoagency.it

Budimir tra Crotone e voci di mercato

Può succedere di diventare calciatori famosi. Può succedere di trovare inaspettatamente il riscatto dopo una carriera di alti e bassi. A ventiquattro, forse Ante Budimir credeva di essere arrivato all’apice della sua carriera e di essere destinato a campionati di secondo livello. Ma “il cigno di Zenica”, come lo hanno curiosamente definito i tifosi del Crotone, ha stupito tutti e sta conducendo una città intera verso un sogno. 13 gol in 29 giornate possono dare un’idea del contributo di Budimir alla causa pitagorica. Se il Crotone porterà a termine, come ormai può sembrare presagibile, questo miracolo sportivo, gran parte del merito sarà del croato. L’Italia si conferma trampolino di lancio per calciatori croati; si pensi a Brozovic, Kovacic, Kalinic (chi lo esaltava prima della Fiorentina?), Vrsaljko e Ante Rebic. Se consideriamo poi i recenti arrivi di Perisic all’Inter e di Mandzukic alla Juventus il numero di calciatori croati che hanno un ruolo primario nel nostro Calcio è davvero importante. Budimir ha un duro compito: confermarsi in queste ultime gare e spiccare il volo; elegantemente, come solo un cigno sa fare.

La 29° giornata di Serie B si è aperta con la clamorosa beffa del Cagliari, sconfitto in casa dal redivivo Novara. I sardi crollano per la prima volta in stagione in casa, complice l’ingenua espulsione (per somma di gialli) di Fossati. Il Crotone e il Pescara non ne approfittanno. I pitagorici non vanno oltre lo 0-0 con il Livorno, che tiene testa nonostante il divario in classifica. Il Pescara, invece, continua il periodo negativo che potrebbe in questo momento essere decisivo. La sconfitta in casa contro il Trapani per 2 a 1 riduce il vantaggio sulle inseguitrici. Il Bari, finalmente, mostra un bel Calcio e vince con grande merito, servendo un poker alla Ternana. Il Modena si fa rimontare in trasferta dall’Ascoli di Mangia, mancando l’obiettivo della terza vittoria consecutiva. Il Brescia supera l’Avellino per 1 a 0 e si tiene saldamente in zona play-off, mentre termina 1 a 1 lo scontro salvezza tra Como e Lanciano. Il Perugia batte il Latina 2 a 0 e si allontana dalla zona rossa della classifica, mentre lo Spezia ferma il Cesena sull’1-1. Salernitana ed Entella si sono date battaglia fino alla fine del match ed il 2-2 finale è stato il risultato più giusto. Infine, Vicenza e Pro Vercelli pareggiano 1 a 1; un risultato inutile per entrambe le squadre.