Connettiti con noi

Hanno Detto

Svizzera, Yakin: «Bulgaria? Servono tanti gol con un orecchio a Belfast»

Pubblicato

su

Murat Yakin, ct della Svizzera, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Bulgaria

Non solo vincere, ma anche segnare più reti possibili alla Bulgaria, in modo da superare l’Italia nel conto della differenza reti, attualmente a favore degli azzurri (+2). E’ questo il compito che attende domani a Lucerna la Svizzera contro la Bulgaria. Così Murat Yakin ha presentato la sfida in conferenza stampa.

DICHIARAZIONI – «Dovremo attaccare e cercare di fare tanti gol, ma penso che il nostro sistema di gioco non debba essere cambiato. Avremo molte assenze nel reparto arretrato, ma questo non deve condizionare il nostro approccio alla partita, che dovrà essere offensivo, con un buon gioco d’insieme e una presenza importante sul campo. Credo che da questo punto di vista Mario (Gavranovic, ndr) può giocare un ruolo importante, per la sua esperienza e intelligenza calcistica. Avremo bisogno anche di velocità e dinamismo e sarebbe ideale andare a segno quasi subito perché è una cosa importante, e lo si è visto contro l’Italia: quindi dovremo essere coraggiosi, andare avanti e mettere pressione agli avversari. Seguiremo costantemente, dalla panchina, anche l’andamento della partita di Belfast».