Torino-Sampdoria 2-2, pagelle e tabellino

ramirez sampdoria
© foto Valentina Martini

Torino-Sampdoria, 4ª giornata Serie A TIM 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Torino e Sampdoria si dividono la posta in palio nella 4° giornata di Serie A, confermandosi anche sul campo due formazioni di pari livello. Ma ciò non è stato sinonimo di mancanza di spettacolo, perché il pareggio tra granata e blucerchiati non è stato affatto noioso, bensì ricco di gol grazie a due squadre dall’atteggiamento propositivo. Nel primo tempo i neo-acquisti doriani fanno gioire Giampaolo: Strinic confeziona un assist per Zapata ad appena 30 secondi dal fischio d’inizio, e realizzano così la rete fin qui più veloce della nuova stagione alla loro prima con la Samp. Il Toro patisce l’impatto ma poi non è da meno, con 2 gol in altrettanti minuti di Baselli e Belotti che ribaltano tutto al quarto d’ora. Ma la frazione non finisce qui, perché al 34′ ci mette la firma l’ex Quagliarella. Il secondo tempo è più tattico e le due formazioni gestiscono meglio, ma i subentranti fanno la differenza: tra gli ospiti Murru, in sostituzione dell’ottimo Strinic, è disastroso e regala tutti i palloni agli avversari, mentre Gustafson, Boyè ed Edera tra i granata contribuiscono a mantenere vivi i tentativi di 3-2 fino all’ultimo.

Alla fine la Sampdoria paga un centrocampo troppo impreciso quest’oggi, che l’ha costretta a cercare maggiormente le fasce e a penalizzare così il gioco delle due punte: si salva solo Zapata, molto attivo e in forma, e Quagliarella fa quello che può. Il Torino ritrova le stesse difficoltà difensive dello scorso anno, ed il suo gioco con rapide verticalizzazioni risulta a volte troppo frettoloso e confusionario: come al solito bene però gli attaccanti, in difesa spicca l’esperienza di N’Koulou, e a centrocampo reggono la baracca Rincon e Baselli. Granata e doriani non si fanno troppo male e restano imbattuti, ma la sensazione è che abbiano trovato rispettivamente l’una nell’altra una rivale per gli obiettivi di classifica.

TORINO-SAMPDORIA: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Torino-Sampdoria 2-2: pagelle e tabellino

MARCATORI: 1′ pt Zapata, 12′ pt Baselli, 14′ pt Belotti, 34′ pt Quagliarella

TORINO (4-2-3-1): Sirigu 5; De Silvestri 5.5, N’Koulou 6, Moretti 5.5, Barreca 4.5; Rincon 6.5, Baselli 7 (25′ st Gustafson 6); Falque 6 (34′ st Edera 6), Ljajic 5.5, Niang 6 (27′ st Boyè 5.5), Belotti 6.5

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni 5.5; Sala 5.5 (1′ st Bereszinski 6.5), Silvestre 6.5, Regini 5.5, Strinic 6.5 (20′ st Murru 4); Barreto 6, Torreira 5.5, Praet 5; Ramirez 4.5 (35′ st Linetty ng); Quagliarella 6, Zapata 7

ARBITRO: Tagliavento di Terni 6

NOTE: ammoniti Strinic, De Silvestri e Moretti.

TORINO – IL MIGLIORE

BASELLI 7: Rientra da un infortunio, obbligato e forzato a causa delle assenze dei compagni nella zona di centrocampo, e non solo non si fa trovare impreparato a reggere il confronto con una mediana avversaria in netta superiorità numerica ma dirige anche il gioco e va in rete con uno dei suoi caratteristici inserimenti. Fondamentale il suo recupero per un Torino di qualità, ed anche per la Nazionale di Giampiero Ventura.

TORINO – IL PEGGIORE

BARRECA 4.5: Vince il ballottaggio della vigilia con Molinaro, ma continua a mostrare grossi limiti difensivi e costa alla sua squadra il gol del definitivo 2-2, sbagliando la diagonale di chiusura su un cross. Subisce nei confronti sulle fasce, anche se contro avversari non velocissimi come il centrocampista Barreto e Sala, ed ha delle incomprensioni col compagno Niang. Deve crescere molto.

SAMPDORIA – IL MIGLIORE

ZAPATA 7: Fa una partita d’esordio impeccabile, resistendo per tutti e 90 i minuti, confermandosi una punta dal gran fisico, segnando con rapidità e concentrazione nell’approccio alla gara e poi mostrando anche bei movimenti a svariare sul fronte offensivo. Riesce ad offuscare il compagno di reparto Quagliarella molto più esperto di lui e da più tempo in rosa, e aiuta il collettivo andando a prendersi i palloni che il centrocampo non serviva, ritornando in difesa e tenendo su il baricentro. Ottimo acquisto per la Sampdoria, e rivalsa nei confronti di quel Torino che lo ha a lungo corteggiato in estate salvo poi abbandonarlo.

SAMPDORIA – IL PEGGIORE

MURRU 4: Entra all’improvviso per rimpiazzare Strinic, ma si fa trovare impreparato praticamente su tutto. Il terzino Under 21 sbaglia i disimpegni, è complice delle difficoltà della Sampdoria a uscire dalla propria metà campo nel secondo tempo, è troppo impreciso e falloso nei contrasti e lascia tantissimo spazio pericoloso a Iago Falque sulla sinistra. Come vale per il collega di Nazionale Barreca, deve lavorare per migliorarsi come calciatore ancora.

Torino-Sampdoria: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Finisce 2-2 una partita ricca di gol e spettacolo, ma non nel secondo tempo. Succede tutto all’inizio, e alla ripresa le squadre pagano forse l’eccessivo sforzo fisico sostenuto in avvio di gara: è la Sampdoria quella che torna in campo pagando a maggior prezzo il dispendio energetico, tanto che Giampaolo è costretto a rinunciare all’inserimento di un giocatore offensivo come Alvarez per i crampi di Strinic, e poi quando sostituisce il trequartista inserisce un quarto mediano (Linetty) per tenere botta agli attacchi del Torino. I granata nella ripresa creano tanto grazie alla loro enorme qualità della trequarti, ed anche i cambi figurano bene in campo, ma la squadra di Mihajlovic è meno consistente e questa volta non riesce più a sbloccare il punteggio.

Fine partita: la Sampdoria non fa nemmeno in tempo a battere la punizione che Tagliavento mette il fischietto in bocca e dà il triplice fischio. Finisce giustamente 2-2 tra Toro e Samp.

48′ – Fallo di Gustafson su Torreira mentre siamo negli ultimi secondi di match.

47′ – Zapata conclude da fermo ma con potenza e prova ad impensierire Sirigu in questi minuti finali

47′ – Tentativo di cross di Barreto, ma secondo il direttore di gara non c’è angolo

46′ – Giallo al difensore granata Moretti per una trattenuta su Duvan Zapata che stava ripartendo

45′ – Saranno 3 i minuti di recupero allo Stadio Grande Torino

44′ – C’è un Sinisa Mihajlovic infuriato e agitatissimo in questo finale di partita

42′ – Fuorigioco dubbio di Belotti, a causa di un movimento ad accompagnare di Adem Ljajic

40′ –  Il Torino manovra coi suoi trequartisti dal limite dell’area: Ljajic si inserisce tra una folta schiera di difensori, poi cade e rimane a terra dolorante per un contatto ma non c’è rigore secondo Tagliavento. Torreira infuriato va a gridare in faccia al serbo

39′ – Non un bel secondo tempo, rispetto al primo dove le squadre erano forse andate sopra-ritmo

37′ –  Il Toro reclama un calcio d’angolo col vice di Mihajlovic Attilio Lombardo (ex Sampdoria anche lui), per una deviazione sul primo tiro del subentrante Edera, ma Tagliavento non lo vede

35′ – Il Torino reclamava un fallo su Gustafson, ma alla fine a beneficiarne sarà la Samp a causa di un fallo di Rincon. Giampaolo inserisce la sua ultima pedina: è Linetty per Ramirez

34′ – Silvestre commette fallo su Ljajic, e così Mihajlovic ne approfitta per l’ultimo cambio: entra il giovane Edera al posto di Iago Falque

32′ – Fuorigioco di Quagliarella in uno dei pochi tentativi dell’undici ospite di farsi rivedere dalle parti di Sirigu

31′ – Su una punizione guadagnata da Belotti, lo stesso va al tentativo di conclusione ma non riesce ad agganciare

30′ – I difensori blucerchiati gettano sempre via la palla, che ora è sempre tra i piedi degli uomini di Mihajlovic, e il subentrante Murru è tra i peggiori

29′ – Tanti errori della Samp in disimpegno: Murru serve involontariamente Ljajic, che innesca Iago Falque ma l’azione è inconcludente

27′- Inizia a cadere qualche goccia di pioggia sul capoluogo piemontese, dopo un pomeriggio di sole; entra Lucas Boyè in sostituzione di M’Baye Niang, anche lui non ancora in perfetta forma fisica

25′ – Rincon chiude Zapata, e sulla rimessa concessa da Barreto è il momento della sostituzione granata: dentro il mediano Gustafson

23′ – Mihajlovic pronto al suo primo cambio: sta per entrare Gustafson in vece di Daniele Baselli, mentre il Torino approfitta della stanca della formazione di Giampaolo per conquistare calcio d’angolo con Niang. Blucerchiati che non hanno più velocità in uscita

22′ – Praet chiude l’unica azione degna di nota della Sampdoria nel secondo tempo, ma spara alto. Le due squadre hanno perso densità a centrocmapo

20′ – Deve entrare Murru per dare il cambio a Strinic, che non ce la fa a concludere la sua prima partita stagionale. Torna in panchina Alvarez per il momento

19′ – Puggioni pressato da tutti gli attaccanti del Torino è costretto a mettere fuori la palla, intanto il compagno Strinic esce dal campo per crampi e chiede il cambio. Sampdoria in 10 e piani complicati per Giampaolo

17′ – Niang finisce giù per una diagonale di chiusura di Bereszinsksi, poi si rialza e col braccio lo tocca; adesso il blucerchiato è a terra e si è accesa una mischia, ma Tagliavento con ottimo mestiere tranquillizza gli animi e decide di non punire.

16′ – Ancora battibecchi tra l’arbitro e De Silvestri, che chiede spiegazioni. Giampaolo sta per far entrare Ricky Alvarez al posto di Ramirez. La Sampdoria ora gira bene palla

15′ – Ammonito anche tra le fila granata l’ex De Silvestri, per aver chiesto un cartellino ad un avversario col gesto della mano

14′ – Primo cartellino estratto da Tagliavento: giallo a Strinic per strattoni a Baselli. Il centrocampista ha ora la maglia stracciata. Pericoloso calcio di punizione concesso ai granata

13′ – Si vede poco tra le linee il trequartista doriano Ramirez, che serve poco le due punte. Tanti passaggi sbagliati dagli uomini di Giampaolo

11′ –  Insiste il Toro, Samp che sembra messa male in campo rispetto al primo tempo e lascia troppo solo Iago Falque: lo spagnolo serve Belotti con un cross rasoterra ma l’italiano alza a campanile il tiro

10′ – Niang prova a sfidare il neo-entrato Bereszinsksi, che però lo fa indietreggiare. Iago Falque in fuorigioco

9′ – Iago Falque piazza Niang di fronte a Puggioni, ma il francese scheggia il palo e fallisce l’occasione!

8′ – Zapata svaria su tutto il fronte d’attacco, dimostrando di star bene fisicamente. Niang e Iago Falque chiamati a maggior aiuto difensivo

7′ – Belotti è colto in fuorigioco. Inizio di ripresa equilibrato, molte riserve si stanno scaldando nel frattempo

6′ – Strinic sbaglia un cross dopo essersene andato da Iago Falque, e si arrabbia con sé stesso e calcia una zolla del campo; fischi del pubblico

5′ – Niang punta Barreto ma non riesce a saltarlo; bel duello di fisico tra N’Kolou e Zapata.

4′ – Tra le polemiche dei giocatori granata è arrivato il sesto calcio d’angolo della Sampdoria. Il Toro è fermo a 2

2′ – Palla iniziale alla Sampdoria, ma questa volta è il Torino a partire meglio con Iago Falque lasciato tutto solo dalla retroguardia ospite in area di rigore

1′ – Giampaolo sostituisce il terzino destro Sala con Bereszynski

Tra poco la fine dell’intervallo e l’inizio della ripresa.

SINTESI PRIMO TEMPO – Partita accesissima tra Torino e Sampdoria, ricca di gol e senza un attimo di respiro! Le due squadre si dividono equamente il gioco ed anche i minuti di prevalenza territoriale, dunque pareggio giusto al termine dei primi 45 minuti. Tagliavento non concede recupero perché non ci sono pause nei ritmi: all’inizio parte con la “quinta marcia” la formazione di Giampaolo, che trova un incredibile vantaggio dopo soli 30 secondi dal via con l’ultimo arrivato Zapata (alla prima con la Samp) e poi va in forcing sulla difesa torinista nel tentativo di far sua la partita da subito. Smaltita la confusione e l’affanno dello 0-1, i padroni di casa riprendono pian piano coraggio e, grazie alla qualità dei suoi attaccanti, riapre tutto in 2 minuti: prima è Baselli a pareggiare i conti con un tiro dal limite dell’area propiziato dall’assist del neo-acquisto Niang, poi ci mette la firma anche il bomber Belotti. Ma la Sampdoria è squadra di rango che sa riorganizzarsi e ritrova il pari con l’immancabile gol dell’ex di Fabio Quagliarella su cross di un ottimo Strinic. Zapata ha messo a segno la rete fin qui più veloce di questa Serie A 2017-18, alla presenza numero 1 in stagione.

Fine primo tempo.

45′ – Ultimo squillo di Belotti prima dell’intervallo! Il ‘Gallo’ tiene fermo Regini con il corpo e va alla conclusione che però sfiora solo il palo

44′ – Belotti lotta da terra e tiene il pallone in possesso della sua squadra

43′ – Rimessa ripetuta due volte dal Torino, Moretti cerca di innescare Niang ma Jacopo Sala chiude da quella parte

41′ – La Sampdoria cerca l’azione manovrata da corner, il pallone arriva su Zapata che decentrato va ad un cross potente ma Gaston Ramirez non riesce ad arrivare di testa; la squadra di Mihajlovic è in crisi sulle palle alte e gli avversari l’hanno capito

40′ – Malintesi tra Moretti e Sirigu, concessa rimessa laterale a Ramirez; dagli sviluppi deviazione granata in calcio d’angolo. Ennesimo corner per gli uomini di Giampaolo

40′ – Regini costretto a giocare con passaggi sempre corti perché nessun compagno si smarca, ma la Samp è molto sbilanciata in avanti come il Torino

39′ – Baselli a centrocampo distribuisce palloni, ma la difesa in linea della Samp ha capito i movimenti in verticale di Belotti e ora non sbaglia più

37′ – N’Kolou stende Zapata a centrocampo, punizione per la Sampdoria che ora ha riacquisito a sua volta fiducia come accaduto al Toro in precedenza

34′ – PAREGGIO DELLA SAMPDORIA! – Ancora un bel cross di Strinic, che questa volta trova Quagliarella sul secondo palo che insacca di interno alle spalle di Sirigu! Sbaglia la chiusura Barreca, che va su Zapata e si perde il 27 blucerchiato, ma ci sarebbe dovuto essere Niang e i due si chiariscono. E’ l’ennesimo gol dell’ex per Quagliarella

33′ – E’ un Torino tutto difesa e contropiede: N’Kolou molto bene in difesa, ferma Quagliarella che si stava girando e serve Belotti che mette in mezzo un bellissimo pallone per Iago Falque, ma lo spagnolo manca un tiro che sarebbe stato un gol già fatto!

31′ – De Silvestri chiude l’apertura di Quagliarella per Strinic, Belotti riparte e calcia ma Puggioni si oppone

29′ –  C’è Adem Ljajic che prova a mettersi in proprio tra dribbling insistiti e adesso un tiro che però non prende l’effetto desiderato. Rincon irruento concede fallo per i doriani a centrocampo: rischia sempre tanto il venezuelano!

27′ – Primo squillo del grande ex Fabio Quagliarella! L’attaccante napoletano va a prendersi il pallone sulla sinistra da Strinic, si gira nello stretto come sa fare lui e sfodera il suo destro insidiosissimo che per fortuna di Sirigu lambisce solo il palo di destra!

26′ – Moretti ferma un pericoloso tentativo di giocata di Zapata

25′ – Belotti ferma Strinic in un tentativo di ripartenza, proprio come gli chiede di fare Mihajlovic con grande sacrificio. Il pubblico lo elogia con un boato!

24′ – Il Torino si è chiuso nella propria area e la Samp prova a sfondare dalle corsie esterne. Terzo calcio d’angolo per gli ospiti, Sirigu manca il pallone sulla presa alta e si arrabbia con i suoi!

23′ – Il nuovo arrivato Strinic sulla fascia di sinistra è un pericolo per l’ex De Silvestri, che ha bisogno del supporto di Rincon per contenerlo mentre il terzino iniste a cercare le imbucate per gli inserimenti dei centrocampisti. Lasciate troppo avulse da questo gioco le due punte genovesi, Zapata e Quagliarella

20′ – Grande protagonista che vince molti duelli finora Baselli, al rientro da titolare dopo un infortunio. Nella Samp tanti lanci sbagliati da Ramirez invece

19′ –  Si sono calmati i ritmi dopo un primo quarto d’ora di bel calcio, adesso la Sampdoria prova a salire con veloci scambi tra i suoi centrocampisti Barreto, Torreira e Praet

18′ –  Il Toro ha preso il possesso del gioco con passaggi orizzontali alla ricerca di spazi in avanti; Giampaolo dà indicazioni alla sua difesa per evitare altri errori

16′ – Partita dalle grandi emozioni grazie a due squadre che si stanno fronteggiando senza remore e a viso aperto! Adesso è la Sampdoria che sta soffrendo, il Toro riparte prendendo palla a centrocampo e servendo subito i suoi esterni Iago Falque e Niang

14′ – CLAMOROSO VANTAGGIO DEL TORINO! Ljajic riconquista palla e riparte, serve sulla corsa Belotti che insacca con un diagonale potente ma perfetto alla sinistra di Puggioni! Pubblico dello stadio “Grande Torino” in estasi

12′ – PAREGGIO DEL TORINO! Ora il Toro alza i ritmi, e grazie ad un Niang tra i più propositivi arriva un diagonale al limite dell’area su cui Baselli si avventa e con una gran conclusione dalla distanza pareggia i conti!

10′ – E’ pericolosa la Samp sui calci piazzati, il Toro si difende di rimessa; siamo già al secondo calcio d’angolo della partita per i blucerchiati, i granata respingono sempre con affanno e provano a ripartire di velocità ma senza lucidità. Male Sirigu su un rilancio

9′ – Rischia di complicarsi da sola la vita la Sampdoria con un retropassaggio sul portiere Puggioni mentre Belotti si getta in scivolata verso di lui

8′ – Grandi proteste di Mihajlovic verso il quarto uomo per un fallo non fischiato mentre i suoi attaccanti provano ad accendersi

7′ – Il Toro ha fretta e non ragiona, c’è disorientamento nella retroguardia granata colta di sorpresa dall’inizio shock

6′ – Pressing ultra-offensivo della Sampdoria su palloni in uscita, il Torino è partito male. Fischi del pubblico granata. Niang conquista un calcio di punizione e prova a far trovare la concentrazione alla propria squadra

4′ – Difensori del Torino colti di sorpresa poiché erano ancora molto alti e quasi verso la linea di centrocampo. Il tecnico granata Mihajlovic perplesso dalla regolarità della dinamica dell’azione da quanto è stata fulminea

1′ – Incomincia il Torino, ma dopo appena 30 secondi recupera clamorosamente palla la Sampdoria sulla fascia sinistra a causa di un brutto passaggio iniziale in avanti del Torino: Duvan Zapata, a lungo ricercato proprio dai granata in caso di partenza di Belotti nel calciomercato, raccoglie il pallone al centro dell’area di rigore e al primo pallone toccato mette in rete! SAMPDORIA SUBITO IN VANTAGGIO

Squadre in campo, a breve il calcio di inizio del primo tempo! Foto di squadra per il Torino alla sua seconda partita in casa della nuova stagione, la prima con la rosa definitiva dopo il mercato estivo. Minuto di raccoglimento in onore del loro ex Bersellini organizzato dalle due società, ben accetto dai tifosi e accompagnato anche da fragorosi applausi.

Buon pomeriggio cari appassionati di Serie A da Calcio News 24! Tra un’ora il fischio d’inizio di Torino-Sampdoria, la partita tra due formazioni che potrebbero ambire all’Europa League e che potrete seguire con la nostra diretta scritta.

Torino-Sampdoria, formazioni ufficiali: titolari i nuovi acquisti Niang e Zapata

TORINO (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Moretti, Barreca; Rincon, Baselli; Falque, Ljajic, Niang, Belotti. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Regini, Strinic; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata. Allenatore: Marco Giampaolo.

ARBITRO: Tagliavento di Terni.

Torino-Sampdoria: probabili formazioni e pre-partita

Partita molto speciale per Sinisa Mihajlovic, l’allenatore del Torino. Il serbo ha passato tanti anni della sua vita a Genova, sponda blucerchiata: fu infatti proprio il club doriano a puntare per primo con convinzione su di lui nel 1994, permettendogli di far esplodere tutto il suo talento e di fargli iniziare la fulgida carriera che lo ha reso uno dei più grandi campioni della storia recente che il nostro calcio ricordi. Mihajlovic non ha mai nascosto di simpatizzare per la Sampdoria, la squadra in cui è tornato anche una volta messe le vesti di allenatore. In conferenza stampa ha quindi avvertito i suoi attuali giocatori del Torino, la squadra con la quale adesso punta a ripetere la propria migliore annata da tecnico (vissuta sempre alla Samp quando si qualificò in Europa League): «Solitamente tra le mura amiche non tradiamo, tocco ferro. Sicuramente se giochiamo come a Benevento domani non vinciamo. La Sampdoria può essere la sorpresa del campionato: hanno un allenatore molto preparato e calciatori di qualità». Per i granata sarà emergenza a centrocampo, dove le scelte sono obbligate a causa degli infortuni di Acquah e Obi: «Gli infortuni ci mettono un po’ in difficoltà, ma questa emergenza deve responsabilizzare ancora di più i nostri attaccanti» dichiara Mihajlovic, il quale anche nel resto dei reparti pare intenzionato a confermare la formazione titolare e a conservare il turn-over per mercoledì.

La Sampdoria si appresta invece a tornare in campo come se la sosta delle Nazionali non fosse ancora finita, dopo addirittura 21 giorni di pausa, a causa della partita della scorsa giornata contro la Roma rinviata per un’allerta meteo. I nuovi acquisti degli ultimi giorni di calciomercato Strinic, Zapata e Andersen sono quindi ancora tutti da scoprire, ma hanno anche avuto una settimana di più per lavorare col nuovo gruppo. L’allenatore Giampaolo è tornato a parlare dopo il successo di blasone sulla Fiorentina, che aveva lasciato la sua squadra a punteggio alla 2° giornata ed ha fatto iniziare il campionato creando entusiasmo  tra i tifosi: «La sosta lunga non compromette nulla. Forse ci ha tolto un po’ di continuità perché giochiamo dopo 20 giorni: questo è un dato di fatto, non sono giustificazioni o alibi. Il Torino ci darà la misura di quello che siamo noi dopo Firenze, è una compagine che ambisce a rientrare in obiettivi come l’Europa League. Il Torino è una squadra che penso voglia dare continuità a quanto fatto nella stagione precedente, si è rinforzata e ha mantenuto il suo attaccante principe. Ma noi dobbiamo essere competitivi, vogliamo giocare la partita senza avere il pronostico scontato a favore degli altri. Strinic e Zapata sono pronti a poter giocare dal primo minuto: il fatto che la prossima settimana ci saranno tre partite non mi scompone, li ho visti bene i ragazzi. Io sono certo di poter presentare una formazione competitiva sia domani che mercoledì per il turno infrasettimanale» ha concluso.

TORINO (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Moretti, Molinaro; Rincon, Baselli; Falque, Ljajic, Niang, Belotti. A disposizione: Milinkovic-Savic, Ichazo, Ansaldi, Bonifazi, Burdisso, Lyanco, Barreca, Gustafson, Boyé, Edera, Berenguer, Sadiq. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Regini, Strinic; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata. A disposizione: Hutvagner, Tozzo, Andersen, Bereszynski, Ferrari, Murru, Alvarez, Capezzi, Linetty, Verre, Caprari, Kownacki. Allenatore: Marco Giampaolo.

Torino-Sampdoria: i precedenti del match

Bilancio dei precedenti a favore dei granata tra le proprie mura di casa. Nella città sabauda la Sampdoria ha fatto 63 trasferte, sin dal lontano 1946 in cui era appena nata dalla fusione tra Andrea Doria e Sampierdarenese ed affrontava il leggendario Grande Torino che dominava il campionato nazionale: la neonata formazione riuscì nell’impresa di strappare un pareggio per 1-1, e fu il primo di altri 16 tra i quali figura anche l’ultimo scontro diretto nello stadio oggi intitolato agli scomparsi di Superga, conclusosi il 29 aprile scorso con lo stesso punteggio del primo scontro del ’46. Nelle restanti partite disputate però, netto vantaggio del Toro con 35 vittorie contro le sole 11 dei blucerchiati. Tante le curiosità nello storico di questo incontro fra due club di grande tradizione del nostro calcio (8 scudetti e 9 Coppe Italia complessivi, seppur tanti anni addietro ormai): il trionfo più largo il Torino lo ha ottenuto proprio quando ad allenare la Samp sedeva Sinisa Mihajlovic, adesso tecnico dei piemontesi, e lo stesso Mihajlovic è stato l’ultimo a riuscire a guidare i genovesi al successo in terra granata, il 2 marzo 2014.

Torino-Sampdoria: l’arbitro del match

Torino-Sampdoria è stata affidata al sig. Tagliavento di Terni, uno degli arbitri di maggiore esperienza del nostro campionato nonché di livello internazionale dal 2008. Tagliavento arbitra dal 2004 in Serie A, il suo esordio avvenne in occasione del match Chievo-Bologna del 16 maggio di quell’anno. Nel 2006 venne coinvolto nell’inchiesta ‘Calciopoli’, poiché il suo nome compariva nei verbali di alcune intercettazioni, ma fu scagionato e da lì in poi carriera a gonfie vele: sette derby e quattro big-match diretti, una finale di Europa League nel 2010, una di Champions League nel 2013, e l’Europeo 2012 in qualità di addizionale di porta, e la finale di Coppa Italia della scorsa stagione tra Juventus e Lazio in qualità di primo uomo. Per le due squadre di oggi, Tagliavento rappresenta clamorosamente un vero e proprio amuleto per il Torino ed invece un incubo per la Sampdoria: ben 9 vittorie (tra cui quella storica nella stracittadina contro la Juve nel 2015), soli 4 pareggi e 2 sconfitte per i granata in passato con il suo arbitraggio, mentre per i blucerchiati appena 5 successi in 19 gare con il fischietto di Terni. Gli assistenti saranno i sig.ri Manganello e Tardino, quarto uomo Di Paolo, al Var Fabbri e Piccinini.

Torino-Sampdoria Streaming: dove vederla in tv

La partita andrà in onda a partire dalle ore 15 in diretta sulle frequenze di Sky Calcio 3. Non solo, perché Torino-Sampdoria sarà trasmessa in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go. Ecco inoltre la lista dei siti aggiornati su cui è possibile vedere il calcio streaming: Diretta Streaming Calcio. Qui potrete trovare tutte le informazioni sul sito di streaming calcio RojadirectaRojadirecta.