Aniello Viscovo, chi è l’uomo che dovrà fermare il Toro

aniello viscovo
© foto Youtube

Visti le defezioni di Cordaz e Festa, molto probabilmente toccherà ad Aniello Viscovo difendere la porta calabrese contro il Torino

Il Crotone di Walter Zenga è in piena emergenza per la trasferta contro il Torino. Il portiere titolare Cordaz e il secondo Festa sono entrambi ai box e quindi l’allenatore dei pitagorici dovrà ricorrere ad Aniello Viscovo contro i granata. Classe 1999, nativo di Volla (NA), Viscovo è stato scoperto giovanissimo dal Crotone, più precisamente all’età di 14 anni e fin da subito ha raccolto le prime presenze con la Primavera, in cui si è poi, neanche troppo lentamente, affermato. Le ottime prestazioni messe in campo con la maglia della giovanile pitagorica non gli sono valse solamente la stima dello staff e della dirigenza della prima squadra, ma anche di squadre importanti, italiane ed estere come l’Arsenal.

Nello, come lo chiamano da quelle parti, ha raccolto 35 presenze in Primavera ma da due stagioni è ormai stabilmente aggregato alla prima squadra, con la quale ha collezionato 25 panchine. Un prospetto sul quale il Crotone punta fortemente viste le ottime prestazioni contro Roma e Inter in Primavera. Ma la sua carriera non è iniziata tra i pali. Nei primi passi compiuti nel mondo del calcio grazie alla squadra del suo paese, Città di Volla, fu schierato difensore centrale; salvo poi prendere fissa dimora tra i pali poco dopo. Manuel Neuer come idolo, al quale invidia l’abilità tra i pali e la capacità di gestire la palla tra i piedi. Viscovo è pronto ad esordire in Serie A bruciando un’altra tappa in carriera, come ha sempre fatto.