Asamoah all’Inter, Moggi dice la sua: «Juve troppo forte per lasciarselo soffiare»

asamoah
© foto www.imagephotoagency.it

Asamoah-Inter, è questo l’ultimo rumors di mercato su cui lo stesso Moggi ha detto la sua

Dopo le parole dell’agente di Asamoah, son arrivate anche quelle dell’ex dirigente, Luciano Moggi. Quest’ultimo ha affidato a Juventusnews24 il proprio pensiero a riguardo: «L’interessamento dell’Inter nei confronti di Asamoah? Penso che la Juventus, come società, sia troppo forte e che non si lasci condizionare nè tantomeno soffiare i suoi calciatori in scadenza di contratto contro la sua volontà. Sono azioni per indurre la società ad alzargli l’ingaggio».

Le parole dell’agente sulla scadenza di contratto di Asamoah con la Juventus. L’Inter in pole position in caso di addio dell’esterno ghanese, ma il rinnovo in bianconero resta una possibilità – 19 marzo, ore 18.35

L’agente Federico Pastorello lascia tutte le porte ancora aperte in merito al futuro del calciatore della Juventus, Kwadwo Asamoah. Il terzino ghanese è attualmente in scadenza di contratto il prossimo giugno 2018 con la società bianconera dopo ben sette anni di militanza. Non ci sono stati passi avanti nella negoziazione per un rinnovo e allo stesso tempo diverse società, italiane e non, si son manifestate con l’entourage del classe ’88 per sondare il terreno in vista dei prossimi mesi. Tra cui, sopratutto, l’Inter in Italia, così come il Napoli, anche se gli estimatori non mancano in Ligue 1 e Bundesliga.

Intervistato ai microfoni di Radio Gr – La Politica nel pallone, Pastorello ha fatto il punto della situazione in merito alla situazione di Asamoah, aumentando le percentuali di permanenza in bianconero rispetto alle ultime settimane. Queste le sue parole: «Asamoah è alla Juventus da sette anni, deciderà dopo la pausa. Per me ha il 50 per cento di possibilità di rimanere in bianconero ma ci sono 3-4 club in Italia che cercano terzini di ruolo. Non solo visto che ha anche estimatori in Germania e Francia. Alex Sandro? Se non rinnoverà con i bianconeri la Juve dovrà ascoltare le offerte, non si possono far andare a scadenza giocatori di quel livello lì».