Atalanta-Juventus, il derby di Spinazzola, Orsolini e Caldara

caldara atalanta-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Atalanta-Juventus è una partita speciale per Spinazzola, Orsolini e Caldara: nerazzurri con un futuro in bianconero

Nel match di domenica sera tra Atalanta e Juventus c’è una partita nella partita. È quella Spinazzola, Orsolini e Caldara: atalantini ma con il futuro lastricato di bianconero. Ruoli e storie diverse ma un profili molto simile, giovani italiani di grande talento. Il caso più spinoso è quello di Leonardo Spinazzola che è praticamente già un giocatore della Juventus. La sua crescita esponenziale aveva convinto la Juventus a richiamarlo con un anno d’anticipo rispetto all’accordo del prestito biennale ma i bergamaschi, che già avevano perso Kessie, Conti e Ilicic, si sono opposti. È nato un tira e molla che ha messo il ragazzo in una posizione molto scomoda e l’ha spinto ai margini della rosa. Alla fine ha vinto l’intransigenze dell’Atalanta ma è stato bravo Gasperini a recuperare e reintegrare il giocatore.

Diverse le condizioni degli altri due. Per evitare un caso Spinazzola-bis, nel contratto di Orsolini è stata introdotta una clausola che consente ai bianconeri di poterlo richiamare in qualsiasi momento. L’attaccante non ha ancora avuto modo di mettere in mostra i suoi valori ma al suo primo anno di Serie A è normale vivere un periodo di ambientamento. Caldara invece è nato e cresciuto nel vivaio bergamasco ma con le sue prestazione ha subito rubato l’occhio ai dirigenti bianconeri che hanno investito ben 18 mln di euro su di lui. Il ragazzo ha accettato di buon grado di restare un altro anno in nerazzurro ma studia già per diventare il futuro perno della difesa della Juventus. Per questi tre ragazzi Atalanta-Juventus non sarà mai una partita come le altre.