Beoni sulle orme di Sarri: così nasce il Napoli del domani

napoli beoni
© foto Youtube

Saurini, qualche settimana fa, è stato sollevato dall’incarico e il Napoli Primavera è stato affidato a Loris Beoni, vecchia conoscenza di Maurizio Sarri

Nel calcio esistono varie filosofie di gioco, ogni club adotta la sua e diventa importante, per i più giovani, che la prima squadra così come le formazioni giovanili abbiano un unico sistema di gioco per favorirne, quindi, l’inserimento nel mondo dei professionisti. E’ quanto sono riusciti a fare, negli anni, società quali Ajax e Barcellona, e che il Napoli spera di ripetere sotto la meticolosa guida di Maurizio Sarri e Loris Beoni.

Su Il Corriere dello Sport sono proprio i talenti in erba della Primavera azzurra a trovare grande risalto. Gianluca Gaetano, classe 2000, si fa ricordare per i suoi gol belli e impossibili, così come per la grande duttilità tattica che dimostra in campo: esterno d’attacco, trequartista o centravanti. Sull’out destra spinge forte Pio Schiavi, terzino del 1998: non semplice da superare nell’uno contro uno e col vizio della proposizione offensiva. Sul fronte opposto, più giovane di un anno, troviamo Alessio Zerbin: 13 presenze e 4 reti fin qui. Senza dimenticare il gigante in difesa, Marie-Sainte, capitan Otranto in mediana e Leandrinho. Il brasiliano è un centravanti atipico che, spesso e volentieri, è stato aggregato alla prima squadra. Napoli, questo è il tuo domani.