Il Boca Juniors batte 5-2 il River Plate – 3 febbraio 1974 – VIDEO

Il 3 febbraio 1974 va in scena un Superclasico memorabile alla Bombonera, che vede i padroni di casa del Boca battere i rivali del River per 5-2

Lo scontro di calcio tra River Plate e Boca Juniors non è mai stato una gara come le altre. Le due compagini nascono nei primissimi anni del calcio argentino, rispettivamente nel 1901 e nel 1905, e sono tra i club più antichi ancora esistenti. Entrambi nati nel quartiere operaio e portuale di Buenos Aires denominato La Boca, e pertanto con un origine comune, prendono ben presto strade diametralmente opposte. Il River Plate, si trasferisce quasi subito nel quartiere di Palermo, dove vivono gli immigrati italiani, per poi trovare casa nei primi Anni ’20 nel più ricco quartiere di Nunez, a nord della città.

Un gesto interpretato da quelli del Boca come un vero e proprio tradimento delle origini e che è valso agli odiati rivali il soprannome dispregiativo di Los Millionarios. Un titolo che il River onorerà ben presto con l’acquisto a peso d’oro nel 1932 di Bernabé Ferreyra, il quale per 17 anni resterà il calciatore più pagato al mondo ripagando lo sforzo economico con 187 reti in 185 partite. Il Boca Juniors rappresenterà invece sempre la parte operaia della città, trovando presto largo seguito in tutte le aree proletarie dell’Argentina. Se Los Millionarios amano il bel gioco, i tifosi XeneizesGenovesi – si esaltano per grinta e sudore.

Interessanti precedenti

Nel corso degli anni il match più sentito della città e del paese, denominato Superclasico, è diventato un evento calcistico assolutamente iconico, al quale ogni appassionato di questo sport dovrebbe assistere dal vivo almeno una volta nella vita. Una storia nata nei primi del ‘900 e caricatasi di significati capaci di andare ben oltre quelli calcistici, diventando scontro di ideologie e fedi contrapposte. Sicuramente, tra i precedenti, un incontro destinato a diventare memorabile è quello del 3 febbraio 1974. Si gioca allo stadio Bombonera, casa del Boca, e il match finisce 5-2 per i padroni di casa.

Tanti gli scontri tra le due quadre più titolate d’Argentina. Tanti i protagonisti, in campo e sugli spalti: da Sivori a Maradona, da Riquelme a Crespo. Una partita infinita, con tantissime emozioni e, purtroppo, anche numerosi episodi di violenza. Come negli ottavi di Libertadores del 2015, quando i giocatori del River vengono colpiti agli occhi dallo spray al peperoncino, spruzzato dai tifosi avversari. Fino all’ultima uscita internazionale, non certo edificante: la finale di Coppa Libertadores del 2018, quando la gara di ritorno viene rinviata e disputata sul campo neutro di Madrid dopo l’aggressione dei tifosi del River al pullman dei giocatori del Boca mentre si stavano avvicinando allo stadio Monumental.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.