Caner Erkin nei guai: insulti all’arbitro, rischia il carcere

© foto www.imagephotoagency.it

Caner Erkin nei guai: rischia fino a 2 anni di carcere per aver insultato l’arbitro nella sfida con l’Istanbul Basaksehir

Guai in arrivo per una meteora nerazzurra transitata per qualche mese in Italia. Caner Erkin rischia fino a 2 anni di carcere. Il giocatore turco, che in nerazzurro militò nel 2016 con poca fortuna, è stato portato in Tribunale dall’arbitro Mete Kalvakan per i presunti insulti che gli avrebbe rivolto dopo il cartellino giallo mostratogli nel derby di campionato contro l’Istanbul Basaksehir del 23 ottobre scorso. L’accusa, rappresentata dal Pubblico ministero, ha chiesto da uno a 2 anni di carcere per Caner Erkin, che nel corso delle indagini si è sempre dichiarato innocente negando di aver mai insultato il direttore di gara.

Vicenda che ha fatto esplodere la rabbia dei tifosi del Besiktas, che hanno visto la squalifica di Erkin come un tentativo per favorire il Galatasaray, che dista appena 3 punti in classifica e di cui è grande tifoso il presidente Erdogan.