«Capello in nazionale? Si può…»: l’ex secondo conferma

capello
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Capello sarebbe disposto a guidare l’Italia per il dopo Ventura, le conferme arriva dallo storico secondo Italo Galbiati

«Se l’Italia chiama, Capello direbbe di si», le conferme arrivano Italo Galbiati lo storico secondo che ha accompagnato Don Fabio dai tempi del Milan fino alla nazionale russa, passando per lo scudetto con la Roma. L’ex assistente ha parlato così ai microfoni di Radio Crc: «A breve finirà la stagione e farà rientro dalla Cina. So che non lascia nulla al caso, valuterebbe ogni aspetto dell’eventuale proposta, ma credo che se arrivasse la chiamata dell’Italia lui l’accetterebbe».

Galbiati ha parlato anche del big match Roma-Napoli: «Questa partita mi ricorda lo scudetto del 2001, alla penultima gara di campionato giocammo contro il Napoli che lottava per la salvezza e ci rese dura la vita fino alla fine. Quell’anno Di Francesco non partiva da titolare e devo dire che, oltre ad essere un ottimo calciatore, è stato un grande uomo per aver accettato la sua posizione ed essersi fatto trovare sempre pronto. Come allenatore ha portato alla Roma la sua intelligenza calcistica, non ha paura di nessuno. Già a Sassuolo ha fatto bene e la Roma deve avere fiducia in lui. Il Napoli aveva giù un grande allenatore. Sarri è un tecnico in gamba che sa cosa vuole e che ha dato tanto agli azzurri. Si sta dimostrando un grande allenatore, la squadra lo segue in toto e potrà competere sino alla fine per lo scudetto».