Dani Alves, bordata alla Juventus: «Squadra poco propositiva, ero triste»

dani alves psg
© foto www.imagephotoagency.it

Dani Alves è tornato a parlare della sua ex squadra e non ha lesinato critiche al gioco della Juventus. Oggi l’esordio con il PSG bagnato con un assist per Cavani

L’esterno brasiliano Dani Alves, che oggi ha esordito con il Paris Saint Germain nella vittoria per 2-0 sull’Amiens, è tornato a parlare della Juventus e lo ha fatto attraverso i microfoni di Sky Sport: «Non prendevano rischi, non capivano il mio modo di giocare ed ero triste». Un’altra bordata che il brasiliano ha voluto riservare alla sua ex squadra, sintomo di un rapporto che non è mai sbocciato realmente. Troppo diverso l’approccio al calcio della Juventus, serio e schematico, per convivere con l’esuberanza dell’esterno brasiliano. All’inizio del suo percorso infatti ha avuto difficoltà ad inserirsi nel meccanismo bianconero ma nella seconda parte di stagione si è preso la squadra di prepotenza e con le sue prestazioni ha contribuito all’ottimo finale di stagione.

Poi la sconfitta nella finale di Cardiff deve aver rotto qualcosa e la proposta del PSG è arrivata a pennello per un giocatore inquieto che aveva già deciso di cambiare aria. A Parigi ha trovato un altro tipo di ambiente, accolto dai brasiliani Marquinhos e Thiago Silva e ora da Neymar.