De Laurentiis punge: «Juventus nervosa. E sul VAR…»

leandrinho de laurentiis napoli ufficiale lavezzi
© foto www.imagephotoagency.it

Aurelio De Laurentiis a ruota libera su Juventus, VAR, Napoli e Sarri

Aurelio De Laurentiis a ruota libera in una lunga intervista al Corriere dello Sera. Il presidente del Napoli ha lanciato molte frecciate alla Juventus: «Sono legittimamente preoccupati, un po’ nervosi. Lo sarei anche io al posto loro. Dopo aver vinto sei scudetti, oggi possono porsi il problema della continuità ulteriore. Non avrei venduto calciatori come Pogba e, ultimo, Bonucci. Anni fa avevano Del Piero, Pirlo. Insostituibili».

Poi DeLa commenta il primo posto del suo Napoli: «Rispetto allo scorso anno abbiamo più certezze, ma i conti li faremo a marzo. Abbiamo perso Milik ma stavolta potrebbe rientrare già a inizio anno, altrimenti c’è Inglese che in caso di necessità arriverà a gennaio». Sul caso Reina: «L’agente di Reina mi ha chiesto tre anni, ma sinceramente per il fatturato del Napoli sarebbe stato un lusso. Preferisco valutarlo ancora stagione per stagione e si può sempre cambiare idea. Volevamo Szczesny, ma non voleva stare dietro Pepe».

La grande innovazione di quest’anno è senza dubbio il VAR, che ha creato non poche polemiche: «La competizione non è veritiera. Ci sono club come il Chievo di Campedelli che hanno dimostrato di saper fare calcio, ma pure gente che viene su per il paracadute inventato da Lotito. VAR? Sento e leggo che secondo alcuni rallenterebbe le partite, invece sono piccole soste che danno aria al cervello di tutti. Arbitri compresi».

Sul possibile addio di Sarri: «Resto innamorato del mio tecnico, lo terrei con me altri dieci anni. Se però vorrà andar via, ce ne faremo una ragione. E troveremo un altro come lui».