Connettiti con noi

Atalanta News

Donadoni: «CR7 top, in Serie A tanti cambi in panchina e alte aspettative»

Pubblicato

su

Donadoni serie a

Donadoni parla del prossimo campionato di Serie A: da CR7 ai cambi in panchina, passando per la Nazionale vincitrice a Euro 2020

Roberto Donadoni, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha parlato dei temi più caldi legati alla Serie A e alla Nazionale italiana di calcio.

NAZIONALE – «Il successo azzurro ha generato entusiasmo in tutto l’ambiente. Mi aspetto di vedere novità [anche nei club], anche se penso che la principale capacità di un allenatore
sia quella di saper valutare bene il materiale che ha a disposizione. Il pregio di Mancini? Lo spirito di gruppo
».

SERIE A – «Ci sono stati tanti cambi in panchina che portano curiosità e aspettative. Un rimescolamento da cui può uscire qualcosa di buono e di bello. I valori tecnici sono determinati dalle disponibilità finanziarie dei club. Il timore è che a lottare saranno sempre le solite».

MILAN – «Hanno fatto scelte coraggiose e ponderate, hanno rinunciato a Gigio e hanno acquistato Maignan, un portiere di talento e di prospettiva. I dirigenti stanno seguendo una strada che condivido: fare la spesa badando a quanti soldi ci sono in cassa».

CRISTIANO RONALDO – «Ronaldo non sarà mai un peso. Vuole dimostrare di essere ancora
il n.1 al mondo, ha una personalità incredibile. Con i consigli di Allegri e il sostegno della società regalerà tante emozioni
».

INTER – «Inzaghi ha l’esperienza per gestire il passaggio. Semmai va considerato il fatto che il club ha deciso per un ridimensionamento».

MOURINHO – «Sono molto curioso. La sfida è tosta in una piazza come Roma. Ma lui ha le spalle larghe e le idee chiare».

NAPOLI – «[Spalletti e De Laurentiis sono] Due che non se le mandano a dire. L’importante è che le eventuali discussioni vengano fatte in maniera costruttiva e non soltanto per creare polemiche».

LAZIO – «[Sarri] Potrà mettere in pratica il suo progetto di calcio in un club che lo saprà aspettare».

ATALANTA – «L’Atalanta è una certezza assoluta. Quest’anno penso che possa lottare per lo scudetto. È ormai una stella del nostro calcio».