Connettiti con noi

Calcio italiano

Doveri: «Non c’è ostracismo verso l’utilizzo del VAR»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

L’arbitro Daniele Doveri ha parlato a margine della cerimonia per il Premio Maestrelli a Montecatini

L’arbitro Daniele Doveri, che sarà al VAR durante Fiorentina-Sampdoria, ha parlato a margine della cerimonia per il Premio Maestrelli a Montecatini. Le sue dichiarazioni.

BILANCIO STAGIONALE – «Secondo me stiamo facendo un buon lavoro, il lavoro di Rocchi iniziato da Rizzoli non è semplice, bisogna lanciare giovani e l’esperienza non si compra. Il gruppo è compatto, l’associazione è con noi e sono sicuro faremo un buon campionato».

VAR – «Il messaggio più chiaro che posso mandare sul VAR è che ogni arbitro è felicissimo di avere un supporto tecnologico, una volta che l’errore è stato fatto, meglio correggerlo subito. Non c’è ostracismo. L’utilizzo del mezzo è vincolato a un protocollo internazionale, che limita gli interventi ad errori chiari ed evidenti. Siamo felici ma non possiamo andare alla tv ad ogni situazione dubbia: è più importante garantire la fluidità del gioco piuttosto che mille interruzioni per cose non chiare ed evidenti, nella logica dello spettatore».

RIFORMA DEL VAR – «Dipende da cosa vogliamo. Se vogliamo un calcio con interruzioni per controllare angoli e falli laterali, allora pensiamo a uno sport diverso da quello cui siamo abituati».