Dzeko aspetta impaziente, Milik fa il duro: è la settimana decisiva per l’affare?

© foto www.imagephotoagency.it

Potrebbe essere questa la settimana che porterà Edin Dzeko alla Juve e Arkadiusz Milik alla Roma: i dettagli

Ci vuole tanta pazienza per sbrogliare la matassa Milik-Dzeko. La Juve aspetta senza scomporsi (come hanno testimoniato le parole di ieri di Paratici) e spera che tra oggi e domani Roma e Napoli risolvano la questione economica: è l’ipotesi più ottimistica, quella senza strascichi.

Sì, perché intorno all’affare-Dzeko aleggia quel Roma-Juve del prossimo weekend. Una coincidenza scomoda per tutti. E se da Trigoria partisse la richiesta di far slittare l’affare alla prossima settimana? Alla lettera la dichiarazione di Paratici di ieri sera tiene aperta anche questa porta. Ma è una soluzione estrema, un’opzione per certi versi scomoda.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, parallelamente il discorso legato alle pendenze fra il Napoli e Milik, al momento, non si risolve perché il polacco ha deciso di non voler cedere. Ma anche con i giallorossi c’è qualcosa da mettere a posto. Se la base dovrebbe essere quella di 3 milioni per il prestito, 15 milioni per il riscatto obbligatorio e 7 milioni di bonus, i giallorossi hanno riformulato parti dell’offerta, con una più che congrua valutazione dei due baby nella trattativa (Meloni e Modugno). Non basta, C’è poi c’è da mettere a posto la questione Covid.

Di che si tratta? Se la pandemia bloccasse nuovamente il campionato si sforasse oltre il 30 giugno, la Roma vorrebbe che il riscatto fosse posticipato, e perciò è stata valutata l’ipotesi del prestito biennale. Insomma, quanto meno, delle diverse modalità di pagamento sarebbero gradite, uno sconto ancor di più. Intanto Milik ieri è rimasto nella sua casa di Posillipo di cattivo umore, senza voglia di partecipare alla festa d’addio organizzata da Allan, mentre sull’altro fronte Dzeko aspetta sempre il via libera.