Fiorentina, Cognigni: “Tavolo della pace? Proposta datata…”

© foto www.imagephotoagency.it

Sentito all’uscita dagli uffici della Lega Calcio di Milano, dove oggi si e` tenuto il Consiglio di Lega, Mario Cognigni, presidente della Fiorentina, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Sky Sport 24”: “Il momento non e` sereno, ma e` cosi` da un po’. Il tavolo della pace? Mi pare un’iniziativa un po’ datata, il nostro patron, Diego, aveva lanciato una proposta identica, e non e` stata accolta in maniera ottimale. C’era la volonta` di confrontarsi in maniera trasparente tra le societa` che erano coinvolte nei fatti spiacevoli di Calcipoli. Vogliamo dare stimoli ai tifosi, quelli veri, che assistono sempre ad uno spettacolo che riflette a l’assoluta realta`. Per quanto ci riguarda, come Fiorentina, non e` cambiato nulla per noi, bisogna chiedera gli altri cosa cambia rispetto alla proposta di Diego”. Sulla decisione di allontanare Mihajlovic e scegliere Delio Rossi come guida tecnica: “Mihajlovic haÃ? doti umani, caratteriali e di assoluta professionalità  che lui ci ha sempre dimostrato sin dal primo giorno che è arrivato a Firenze. Ora è il turno di Rossi: Delio ha riportato entusiasmo, basti guardare con quanta sollecitudine i tifosi viola si sono presentati all’amichevole che abbiamo fatto la scorsa settimana. I segnali positivi ci sono, però Rossi ha avuto e avrà  pochissimo tempo per preparare una squadra in grado di affrontare il Milan”