Fiorentina, meglio Ilicic o Saponara? Ne resterà solo uno

ilicic fiorentina-atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

Fiorentina, Ilicic e Saponara si contendono una maglia da titolare, che per ragioni di bilancio potrebbe essere data all’ex trequartista dell’Empoli. Ma Corvino ha un piano: rilanciare lo sloveno per poi monetizzare in estate

Uno è di troppo. Non è il titolo di un film, bensì la situazione che potrebbe delinearsi da qui fino al termine della stagione alla Fiorentina. I protagonisti sono Josip Ilicic, genio indolente reduce da un’annata particolarmente travagliata, e Riccardo Saponara, stella luminosa ma in fase calante da ormai più di un anno. E ora, al separato in casa Paulo Sousa, la domanda sorge spontanea: chi far giocare titolare dei due, a fianco di Bernardeschi, nell’ultima porzione di campionato? Il favorito sembra l’italiano, tanto per questioni di bilancio (la Fiorentina lo ha preso nel mercato invernale dall’Empoli con un prestito biennale e riscatto fissato a nove milioni di euro) quanto per la curiosità nel vederlo all’opera in maglia viola.

Se da un parte Corvino e la dirigenza gigliata propendono per un impiego più continuo di Saponara, dall’altra è spuntata anche la volontà di provare a rigenerare Ilicic, che l’anno scorso ha fatto grandi cose sia in campionato che in Europa League e per il quale la Fiorentina ad agosto si è permessa il lusso di rifiutare un offerta da 16 milioni di euro proveniente dal Borussia Dortmund. L’obiettivo è quello di valorizzare nuovamente lo sloveno, per poi provare a metterlo sul mercato in estate. Oppure tentare di trattenerlo, con un nuovo allenatore in grado di restituirgli la fiducia che nel tempo sembra aver smarrito. Ora la patata bollente passa a Paulo Sousa: il dualismo è appena cominciato, con Ilicic e Saponara pronti a contendersi una maglia da titolare per giocare al fianco di Bernardeschi. Lui sì, unico titolare inamovibile del presente e del futuro. Mercato permettendo.