Connettiti con noi

Fiorentina News

Fiorentina, Vlahovic: «Noi balcanici facciamo le cose col cuore, per questo sono rimasto»

Pubblicato

su

Vlahovic

L’attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic ha parlato della sua decisione di restare alla Fiorentina nonostante le sirene di tante big

Dusan Vlahovic, attaccante della Fiorentina, in una intervista a Dazn ha parlato della sua decisione di restare in viola nonostante l’interesse su di lui di tante big europee.

CUORE BALCANICO – «A Firenze si sta da dio. Sono arrivato qui quando ero molto piccolo. La scelta di restare? Noi dei Balcani facciamo le cose più con il cuore. Penso che qui posso crescere ancora e fare altri passi avanti, ne ho parlato con famiglia e amici».

ANEDDOTO ADOLESCENZA – «La Stella Rossa di Belgrado mi chiamò per una partita, io avevo degli esami e rinunciai d’accordo con mio padre. Ho giocato quella successiva, facendo gol e poi sbagliando un rigore, ma non mi scartarono per quello. Ho seguito ancora una volta il mio cuore, tifavo Partizan e quando mi hanno chiamato non ci ho pensato due volte. Sei mesi prima del mio primo derby Stella Rossa-Partizan ero a tifare gli stessi giocatori con cui ero in campo. Esultavo come Cristiano Ronaldo, perché la cosa mi gasava, era l’esultanza del momento, una novità».

IDOLI – «Mio papà, mia mamma, mia sorella. Dei giocatori, mi piaceva Ibrahimovic per la sua voglia di vincere e il suo carattere. Se mi sento Ibra? Parliamo di uno che fa giocate mostruose. Dopo il 2-3 di Firenze dello scorso anno ho provato a chiedergli la maglietta, lui me l’ha data e abbiamo fatto una foto. La dedica era nella nostra lingua, abbiamo parlato in serbo. Mi ha detto che devo continuare così».