Florenzi sgonfia la Juve: «Loro senza Bonucci come noi senza De Rossi»

bonucci florenzi italia
© foto www.imagephotoagency.it

Roma-Juventus all’americana: oggi alle 22, ora italiana, la sfida amichevole che anticipa la stagione. Florenzi presenta la gara e gli avversari, forse indeboliti dall’addio di Bonucci: «Però rimangono forti»

RomaJuventus è sempre Roma-Juventus, che sia un’amichevole o no. Stasera (ore 22 in Italia) le due grandi nemiche si sfideranno per l’International Champions Cup 2017 nei pressi di Foxborough, negli USA. Chiaro, la partita non conta niente o poco più di niente, ma Roma e Juve restano due delle più grandi pretendenti al prossimo Scudetto, rispettivamente i campioni ed i vice-campioni d’Italia: qualcosa vorrà pur dire. Cosa è cambiato negli ultimi mesi nelle gerarchie del nostro campionato? Molto stando a sentire Alessandro Florenzi. Il centrocampista giallorosso, reduce da un lunghissimo infortunio, è la nuova anima romanista e romana dopo l’addio di Francesco Totti al calcio. Per lui la Juve di oggi, non è più quella di qualche mese fa: senza Leonardo Bonucci, ceduto al Milan, i bianconeri hanno perso una pedina fondamentale per la lotta al primo posto…

«Juventus più debole senza Bonucci? Sì, perché è un uomo di carisma e personalità, che a loro leva tanto, anche se restano una squadra formidabile, quella da battere – precisa Florenzi nel corso di una intervista rilasciata oggi a La Stampa . Però togliere Bonucci sarebbe come levare Daniele De Rossi alla Roma. Daniele qui è il raccordo di tutto».

Tanti auguri amico mio ❤️ @derossidaniele #34

A post shared by Alessandro Florenzi (@alessandroflorenzi) on

Roma, Florenzi sincero: «Alla Juventus invidio gli Scudetti»

Anche la Roma però ha perso giocatori del calibro di Mohamed Salah e Antonio Rudiger, oltre al ritirato Totti. Florenzi si augura che tutti i partenti siano sostituti da giocatori altrettanto forti. Per l’esterno romanista però il punto di forza giallorosso resta di fatto uno: Radja Nainggolan, definito anche come il più forte centrocampista del nostro campionato. Ora che la Serie A dovrà fare a meno di Totti, per Florenzi resta un altro mito: «Ho sempre ammirato Gianluigi Buffon per l’uomo che è. E me l’ha dimostrato in Nazionale». Un emblema da invidiare alla Juve? No, perché Florenzi sinceramente ai bianconeri invidia altro e lo dice senza problemi: «Cosa invidio alla Juve? Gli Scudetti».

In vista della partita di oggi, insomma, il morale è già bello alto. Qui le parole del tecnico della Roma Eusebio Di Francesco: Roma, Di Francesco annuncia: «Con la Juve gara importante a prescindere». Qui quelle dell’allenatore juventino Massimiliano Allegri: Juventus, Allegri: «Con la Roma bel test per la Supercoppa Italiana».