Genoa in vendita: dopo Gallazzi, adesso spuntano i russi

preziosi galliani genoa milan
© foto www.imagephotoagency.it

Work in progress in casa del Grifone: all’esterno del centro sportivo di Pegli c’è ancora il cartello “Genoa in vendita”

Genoa in vendita, ma non è una novità. Enrico Preziosi ha, ormai da mesi, espresso la sua volontà di cedere le quote societarie di sua proprietà. Stavolta, però, si lavora sotto traccia: con la proprietà che sta continuando a tessere contatti con il gruppo Gallazzi e, entro questa settimana, sarebbe previsto un nuovo summit tra le parti. Domenica scorsa, sulle tribune dello stadio di Savona, si è visto lo stesso Beniamino Anselmi: il potenziale futuro presidente ha, infatti, seguito l’amichevole tra il Genoa e gli olandesi dell’Heerenveen. E’ in fase di definizione il business plan da presentare al numero uno del Grifone che, nelle passate settimane, lamentava l’assenza di garanzie per concludere l’operazione. Non possono, però, essere escluse, al momento, altre piste. Preziosi, da poco, ha riacquistato il 49% delle quote societarie di “Giochi Preziosi” e starebbe trattando con un fondo inglese per rivenderle. Sullo sfondo ci sarebbe una banca russa, pronta a finanziare l’operazione. E se due più due, fa quattro, non è da escludere che la Vtb possa entrare in ballo anche per le questioni legate strettamente al Genoa.