Nicolas Higuain attacca ADL: «Tante promesse, poi nulla. Molto meglio Agnelli»

© foto MP

Stavolta non è una semplice diatriba, stavolta Higuain-De Laurentiis va in tribunale: il fratello del Pipita sulla “lotta” tra il bomber della Juventus e il presidente del Napoli

Tra Gonzalo Higuain e Aurelio De Laurentiis la diatriba non è finita, anzi bisogna solo iniziare. Due milioni e mezzo di euro per vecchie pendenze ai tempi del Napoli hanno spinto il bomber della Juventus a agire per vie legali, come afferma il fratello Nicolas. Il parente del Pipita avvisa i procuratori sul comportamento di ADL: «Fa tante promesse, un agente deve parlare con De Laurentiis con un noatio che ratifichi tutto, perché poi non mantiene. La sua fortuna è avere fenomeni come Sarri e Giuntoli, ma riesce comunque a criticarli». Nicolas Higuain non lesina critiche feroci al presidente napoletano, e a distanza di un anno dice di non aver rimpianto affatto il trasferimento del fratello alla Juventus, semmai i rimpianti arrivano dalle finali perse negli ultimi anni. Secondo Nicolas non vanno cercati problemi psicologici, perlopiù è sfortuna e bisogna ripartire senza scuse. Magari con l’apporto di un presidente come Andrea Agnelli: «Tutta un’altra pasta rispetto a De Laurentiis. ADL dette del chiattone a Gonzalo e tirò in ballo mia mamma, Agnelli ha abbracciato e rincuorato i giocatori dopo la finale di Cardiff».  Nicolas Higuain passa anche a parlare del calciomercato della Juventus, lodando l’affare che ha portato Bentancur in bianconero. Dispiace che sia andato via Dani Alves ma il fratello della punta guarda avanti e ha grandi progetti. «Siamo contenti del rinnovo di Allegri e del mercato juventino. Con Dybala sarà ancora una bella coppia. Spero che il 2018 sia l’anno del riscatto del Pipita, magari con un gol in finale di Champions League o finale del Mondiale» chiude Nicolas Higuain a Tuttosport. Adesso la palla passa al tribunale per dirimere la questione Higuain-De Laurentiis.