Milan, stabilito il budget per la punta: se salta Kalinic, c’è Ibrahimovic

ibrahimovic milan-bologna
© foto www.imagephotoagency.it

Il ritorno di Ibrahimovic al Milan suggestione di calciomercato concreta. Lo svedese potrebbe diventare la prima scelta rossonera in caso di mancato approdo di Kalinic dalla Fiorentina: prenderlo conviene perché…

Il Milan sfoglia la margherita in attesa di comprendere quale sarà il prossimo attaccante a vestire la maglia rossonera. Difficile dirlo ora, con certezza, anche se la prossima settimana, a quest’ora, potremmo già avere qualche elemento in più per comprendere dove andrà a parare il calciomercato del duo composto da Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli. Proprio lo stesso direttore sportivo rossonero oggi, nel corso di una intervista, ha aperto a più suggestioni per l’attacco milanista: con la cessione di Carlos Bacca (vicino al ritorno al Siviglia) l’arrivo di una punta (forse anche più di una) è cosa alquanto scontata. Al momento il budget fissato per il futuro attaccante del Milan è di 30 milioni di euro al massimo: la stessa cifra richiesta dalla Fiorentina per Nikola Kalinic. L’intenzione rossonera non è comunque quella di spendere così tanto per la punta croata (l’ultima offerta arriverebbe a una ventina di milioni di euro più bonus).

Kalinic, sia chiaro, resta ad oggi la prima scelta del Milan (leggi anche: Milan, Kalinic avanti a tutti: il punto). L’attaccante viola conviene in termini di prezzo e di ingaggio, anche se i rossoneri, forti della volontà del giocatore (che ha già detto di sì) non vogliono arrivare a soddisfare in pieno le richieste della Fiorentina, lasciando magari una parte del budget residuo, nell’eventualità, per l’acquisto di un altro giocatore (un difensore o, appunto, un altro attaccante).

I came. I said. I conquered.

A post shared by IAmZlatan (@iamzlatanibrahimovic) on

Calciomercato Milan: no Kalinic? Tutto su Ibrahimovic!

Non dovesse arrivare l’accordo con i viola per il croato, con circa tre settimane residue di mercato davanti, il Milan avrebbe ancora facoltà di puntare su un altro giocatore. Le alternative Radamel Falcao (Monaco) e Diego Costa (Chelsea) convincono solo fino a un certo punto: di mezzo ci sono le grane legate agli alti costi o alla formula del trasferimento (il Milan esclude per ora l’idea di un prestito, specie di pochi mesi come nel caso dello spagnolo). Da qui la possibilità di arrivare a Zlatan Ibrahimovic, come lasciato intendere anche dallo stesso Mirabelli. Certo, i rapporti con il procuratore dello svedese Mino Raiola non sono all’apice da tempo ed anche da un punto di vista tattico una punta statica come Ibrahimovic non convincerebbe del tutto Vincenzo Montella, abituato a giocare con ben altri tipi di attaccanti, ma l’idea di riportare Ibrahimovic al Milan scalda il cuore dei tifosi.

Ibrahimovic sarebbe una scelta funzionale anche alle tempistiche del mercato: dopo la fine del suo contratto con il Manchester United, lo svedese è di fatto svincolato, dunque ingaggiabile anche dopo la scadenza del 31 agosto. Zlatan avrebbe da tempo dato disponibilità ad un ritorno in rossonero: ecco perché, dovesse saltare Kalinic, il suo nome potrebbe rapidamente finire in cima alla lista.