Connettiti con noi

Juventus News

Lanini e il retroscena con Conte: «Mi disse di mettere a posto la testa per rimanere alla Juve»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Eric Lanini, ex attaccante della Juventus U23, ha rilasciato un’intervista in esclusiva a Juventus News 24. Le sue parole

Eric Lanini, ex giocatore della Juventus Under 23 e attuale attaccante del Como, ha parlato ai microfoni di Juventusnews24.com. Queste le sue parole.

LEGGI L’INTERVISTA ESCLUSIVA SU JUVENTUS NEWS 24

È vero che in quegli anni, aggregandoti alla prima squadra, Antonio Conte ti accompagnò personalmente ad una visita medica? Cosa ti disse?

«Non mi accompagnò ad una visita ma successe qualcosa di particolare. Avevo 16 anni ed era una delle prime volte che venivo aggregato in prima squadra. Da ragazzo ero un po’ sopra le righe, come si dice ‘genio e sregolatezza’. Questa voce circolava nell’ambiente, e durante l’allenamento Conte si avvicina da me e mi dice: ‘Lanini, oggi abbiamo la visita medica. Ti accompagno’. Io ero timido e impaurito, e guardai Massimo Carrera con il quale avevo un po’ di confidenza. Gli dissi: ‘Cosa devo rispondere?’. Conte allora pronunciò queste parole: ‘Dalla testa in giù tu puoi stare con noi, puoi fare quello che vuoi, ma dobbiamo capire che cos’hai sopra’, riferendosi ai miei comportamenti. Tutto finì con una risata, e penso che ora la testa l’ho messa a posto (ride ndr)».

Le tue doti, poi, non passarono inosservate neanche a Pavel Nedved, no?

«Mi hanno raccontato di un episodio con lui anche. Fin da piccolo ho sempre avuto un tiro importante e, durante un’esercitazione di conclusioni in porta, segnavo anche più di loro… Mi raccontarono che Nedved, a bordo campo, si girò verso il direttore e disse: ‘Ma sapete chi c’è in campo? Quello con le scarpe gialle…’. E il direttore rispose: ‘Sì lo sappiamo, Lanini. Lascia stare che è il problema non è in campo, ma fuori’, riferendosi sempre alla mia stravaganza extra-calcistica».

Advertisement