Lazio-Inter, Keita grida allo scandalo

© foto www.imagephotoagency.it

La direzione arbitrale di Lazio-Inter ha lasciato non poche perplessità in casa biancoceleste, non è mancato, infatti lo sfogo di Keita sui social network

I casi da moviola emersi nel corso del posticipo, in programma all’Olimpico, tra Lazio e Inter, stanno facendo discutere eccome. Decisamente bocciato l’arbitro Di Bello che compie più di un errore nei 90 minuti e passa di gioco. Gli episodi al centro della bufera riguardano soprattutto il mancato rigore concesso in seguito al fallo di Murillo su Keita Balde e la seconda ammonizione, con conseguente espulsione, comminata allo stesso attaccante senegalese. In occasione della prima situazione il centrale difensivo interista entra direttamente sulla gamba destra del numero 14 biancoceleste mentre nella seconda sembra alquanto esagerato il secondo giallo per una dubbia simulazione. Keita, sempre molto attivo sui social network, ha fatto sentire la sua voce sul suo profilo Instagram: «2 rigori non dati, ammonizione+rosso #scandalo». Difficile esser più chiari di così, con tanto di video che ritraeva il momento del contatto con Murillo. Il post ha fatto il giro del web, raggiungendo in 10 ore quasi 40 mila visualizzazioni. Si sono sprecati, inoltre, i commenti dei tifosi. Quelli biancocelesti gridano allo scandalo, appoggiando il pensiero del senegalese, ma c’è chi, come i tifosi di Juventus e Inter, lo aspetta a braccia aperte in vista della prossima stagione.

2 rigori non dati,ammonizione+rosso 🤔 #scandalo

A post shared by Keita Balde Diao (@keitabalde14) on