Livorno, Spinelli: “Non mollo nemmeno in B”

© foto www.imagephotoagency.it

Il patron del Livorno, Aldo Spinelli, contrariamente a quanto suggerito nelle scorse settimane, non ha alcuna voglia di lasciare il club amaranto e lo fa sapere tramite le pagine del Corriere dello Sport in edicola quest’oggi: “Resto al mio posto perchè questo è un dovere che devo assolvere. E resterò qualora si dovesse retrocedere. C’è un programma doppio, già  impostato e anche in caso di retrocessione nulla è perduto. Ci sono diversi giovani nostri in altre società  che rientreranno alla base, poi potremmo contare su quelli che già  adesso giocano in prima squadra e che sono comunque dei validi elementi. La nostra realtà  è questa, l’ho detto più volte, perchè dobbiamo sempre tenere presenti i bilanci. Le risorse che abbiamo sono di 16 milioni fra incassi e diritti televisivi. Ed è chiaro che la nostra politica deve essere impostata sulla valorizzazione dei giovani, non si può pensare di fare altrimenti. Cosmi in B? E’ un tecnico esperto per la categoria, vedremo”.

Parlando della stagione ancora in corso, Spinelli fa una breve analisi tra la scorsa e la prossima giornata: “Un vero peccato non aver vinto contro il Bari perchè con Tavano nel recupero abbiamo davvero avuto la palla della vittoria. Tutto può ancora accadere in queste sette giornate. Affronteremo il Genoa e siccome non abbiamo nulla da perdere, giochieremo per la vittoria”.