Lyanco, intervento ok: i tempi di recupero

© foto Instagram

Il difensore del Torino, Lyanco, stamane è stato operato per un’infezione tonsillare

Lyanco Evangelista Silveira Neves Vojnovic, pur essendo arrivato a Torino nel mese di marzo, non è ancora sceso in campo ufficialmente. Era troppo forte la voglia di Petrachi e di Cairo di garantirsi il cartellino del promettentissimo difensore brasiliano 1997, tant’è che gli hanno regalato 2 mesi di apprendistato con la squadra di Sinisa Mihajlovic, prima di farne ufficialmente parte dal 1 luglio 2017. In questi mesi Lyanco ha conosciuto la squadra, studiato la lingua e preso confidenza con la città piemontese. Un percorso perfetto, macchiato da un problema di salute, risolto nelle ultime ore dalla società granata, come si legge nel comunicato apparso sul sito del club: «Dopo l’infezione tonsillare patito la scorsa settimana in Austria, questa mattina il difensore del Torino Lyanco è stato operato di tonsillectomia presso l’Ospedale Civico di Chivasso. L’intervento – eseguito dal dottor Libero Tubino, primario di Otorino Laringoiatria, alla presenza del medico sociale granata, dottor Paolo Gola -è perfettamente riuscito. Nei prossimi giorni Lyanco verrà dimesso e salvo complicazioni tra 8/10 giorni potrà riprendere l’attività sportiva». Operazione che, tra l’altro, era nell’aria, visto che lo stesso calciatore l’aveva annunciata sul suo profilo Instagram, affidandosi alla protezione religiosa, come spesso fanno i devoti brasiliani. Stop and go.