Mazzarri e Alessio in corsa per la panchina dell’Uzbekistan

montella mazzarri
© foto www.imagephotoagency.it

Walter Mazzarri potrebbe ripartire da una nazionale. L’Uzbekistan infatti sta pensando anche a lui per il ruolo da ct

Dal nome e dalla storia della nazionale riferita ai giocatori originari di quel paese consacrati nella storia del calcio, non si direbbe, ma l’Uzbekistan invece ha già conseguito traguardi importanti. Ha vinto i Giochi Asiatici del 1994, ha sempre preso parte dalla Coppa d’Asia (dove nel 2011 si è piazzata quarta), ma non ha mai partecipato ad un Campionato del Mondo, anche se in un paio di occasioni ha sfiorato una storica qualificazione. Ora la Federazione uzbeka è alla ricerca di un profilo di spessore per il ruolo da ct, per provare a qualificarsi ai mondiali del 2022. Per questo motivo sono stati avviati i primi, informali, contatti con diversi candidati potenziali e tra questi figurano anche due italiani: Walter Mazzarri e Angelo Alessio.

A confermarlo è stata la stessa federazione uzbeka attraverso una lunga nota apparsa sul proprio sito ufficiale. Tra i papabili figurano anche altri nomi importanti come quello dell’attuale tecnico del Cluj Dan Petrescu, dell’ex ct dell’Olanda Bert van Marwijk e dell’ex ct della Croazia Slaven Bilic. Qualora la trattativa dovesse premiare Walter Mazzarri sarebbe una prima assoluta per lui alla guida di una Nazionale. L’ex tecnico di Napoli ed Inter, attualmente inoperoso dopo la conclusione della sua avventura in Inghilterra al Watford, nel corso della sua carriera ha infatti allenato solo squadre di club. Diverso il discorso per Angelo Alessio, che è attualmente il vice di Antonio Conte al Chelsea. Alessio infatti dal 2014 al 2016 è stato l’assistente proprio dell’attuale tecnico dei Blues, quando quest’ultimo era commissario tecnico della Nazionale italiana.