Mihajlovic analizza la stagione: «Quanti rimpianti, ma è colpa nostra»

mihajlovic
© foto www.imagephotoagency.it

Sinisa Mihajlovic e il suo Torino, ad inizio anno, sembravano proiettati verso la qualificazione all’Europa League, ma qualcosa è andato storto nel corso dell’annata

La sfida tra Chievo Verona e Torino ha sorriso ai granata che hanno battuto, 3-1, a domicilio i clivensi. Mihajlovic non può che essere soddisfatto della vittoria ottenuta al Bentegodi, ma non della stagione nel complesso. Ecco come ne ha parlato il tecnico serbo ai microfoni di Sky Sport: «Abbiamo molti rimpianti per questa stagione. In alcune partite abbiamo raccolto meno di quanto meritato, e penso ai 4 pareggi contro le ultime in classifica. Però, la colpa è nostra se non ci siamo riusciti. Ora sarà importante chiudere al meglio la stagione, trovando la continuità necessaria e giocando sempre per vincere: le prossime 2 partite saranno delle vere e proprie prove di maturità. Giocando come sappiamo, metteremo in difficoltà chiunque. Oggi, per esempio, avremmo potuto segnare di più se solo avessimo sfruttato meglio le occasioni nate negli uno contro uno. Zappacosta? Il suo è stato un grande gol, ha questi colpi. Ora è un giocatore importante, capace di migliorare la sua fase offensiva. Ljajic? Sono convinto che riuscirà ad arrivare in doppia cifra, come dichiarai ad inizio annata. Centrocampo? Acquah e Baselli si sposano bene: il primo è migliorato nella gestione della palla, il secondo ha più “cazzimma”».