Modric deluso dal Rea, ma l’Inter non si arrende. E domani arriva Keita

modric real madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Keita Balde arriva domani per firmare e se sfuma Modric un colpo in mezzo è possibile solo se viene ceduto Joao Mario

Nessun cedimento, nessuna apertura da registrare da parte del Real Madrid. I blancos non mollano di un centimetro sulla questione Luka Modric. Il croato ieri sera è stato convocato e poi a 15′ dalla fine gettato nella mischia nella partita contro il Milan. Il Bernabeu, per l’occasione, gli ha tributato un lungo applauso ma il croato non ha mostrato reazioni particolari. Il club lo gestisce facendo finta di nulla. La linea dettata da Perez è chiara: non esiste un caso Modric perché non c’è alcuna intenzione di cedere il miglior giocatore del Mondiale. Da parte sua il croato è molto deluso ma non si arrende, così come l’Inter. La sconfessione da parte di Perez del patto di libera uscita lo ha deluso profondamente ma non ci sarà nessuna rottura con l’ambiente o gesti eclatanti (tipo Kovacic) ma il 10 del Real è frustrato e arrabbiato nonostante le voci di un ricco rinnovo pronto per lui.

Modric sa che il tempo stringe, se partirà lunedì per Tallin per giocare la Supercoppa Europea sarà praticamente finita. Nonostante questo la dirigenza nerazzurra non considera chiusa la questione, come ha “detto” ieri Ausilio prima della partita. In questa trattativa la posizione dell’Inter è e rimarrà attendista. Nel caso dovesse sfumare definitivamente Modric, i nerazzurri proveranno a fare un colpo in mezzo solo se partirà Joao Mario che ha estimatori in Spagna. Senza la cessione del portoghese, il mercato si chiuderà con l’arrivo di Keita, il quale dovrebbe raggiungere Milano domani per le visite mediche e iniziare la sua nuova avventura con la maglia dell’Inter.