Napoli, è “festa Scudetto” a Capodichino

© foto www.imagephotoagency.it

La squadra azzurra, al ritorno da Bergamo, è stata accolta da 500 tifosi che hanno dato vita ad una festa Scudetto anticipata

L’Atalanta era la bestia nera del Napoli: 3 vittorie nelle ultime 4 gare rendono al meglio l’importanza dello scontro andato in scena ieri in quel di Bergamo. Match che ha visto gli azzurri avere la meglio, grazie alla discussa rete di Dries Mertens. Al triplice fischio i calciatori hanno dato vita a grandi festeggiamenti all’interno dello spogliatoio per poi volare a Napoli. Una festa calda, dopo 90 minuti giocati in un ambiente alquanto ostile.

La “festa Scudetto” anticipata si è ripetuta anche a Capodichino, come riferisce l’edizione odierna de Il Mattino. 500 supporters azzurri hanno atteso il rientro della squadra nel capoluogo campano, accogliendola con cori e fumogeni. Reazione, di squadra e tifosi, non banale, figlia del pensiero che quest’anno davvero si può sognare in grande. Una risposta, come dichiara Allan, a chi dava il Napoli già sconfitto in casa della Dea: «Abbiamo fatto esattamente quello che ci ha chiesto Sarri di fare. Per tutti i 90 minuti. Ora però dobbiamo mantenere i piedi per terra. Ma se giochiamo come a Bergamo faremo tanta strada. Se difendiamo tutti bene, la squadra non prende gol. Ed è questa la nostra arma in più in questa stagione».