Palermo, Sabatini: “Behrami? Difficile. Pastore? Rimane”

© foto www.imagephotoagency.it

Il d.s. del Palermo, Walter Sabatini, intervenuto in esclusiva ai microfoni del Corriere dello Sport – Stadio, ha rilasciato alcune dichiarazioni per fare il punto sul mercato dei rosanero. In primo luogo, viene chiesto al dirigente dei siculi se è in programma un rinnovo del contratto di Delio Rossi: “Vedrete che il rapporto fra allenatore e presidente sarà  molto meno labile che in passato. Rossi e Zamparini si stimano e si capiscono, questa unione è solida, non mi pento di non averlo portato già  l’estate scorsa perchè non vivo di dietrologie o rimpianti. Il calcio passa anche da epoche particolari e da sbagli. In quel momento, Zamparini credeva in Zenga, lo percepiva come un personaggio carismatico. Spingendo per Rossi, temevo di metterlo in difficoltà . Se con lui dall’inizio saremmo arrivati in Champions? Magari anche Rossi avrebbe avuto bisogno di tempo per quadrare il gruppo”. Sabatini parla anche della stagione del club e della voglia di arrivare più lontano possibile in Europa League, per poi commentare il possibile arrivo di Behrami: “Mi piace molto, ci stiamo provando anche se è difficile”.

Pronta una battuta anche per chiarire il discorso sulla clausola di Simon Kjaer: “e si presenta un club estero entra il 30 giugno con la somma della clausola non possiamo fare nulla. Se no dal 1Ã?° luglio, Simon torna sotto il controllo del Palermo – some si legge su Stadionews.it -. Pronte cinque o sei operazioni? Zamparini non ha smania di chiudere ma il mercato non lo facciamo da soli. Ma è vero che per due o tre giocatori siamo molto avanti. E non riguardano solo i nomi che finora sono stati fatti. Chi partirà ? Preciso che Zamparini mi ha chiesto di non cedere nessuno ma anzi di prenderne altri. Però valuteremo le condizioni oggettive”.

Sui partenti però ai microfni di Dahlia tv, Sabatini si sbilancia facendo capire che uno tra Cavani e Kjaer potrebbe partire: “Le possibilità  che restino a Palermo non vanno oltre il 50%”. Certa invece la permanenza di Pastore: “Javier resterà  certamente con noi per altre due stagioni”.