Connettiti con noi

Hanno Detto

Parma, Krause: «Maresca allenatore di qualità, Buffon crede nel progetto»

Pubblicato

su

Krause

Il presidente del Parma Kyle Krause ha parlato della nuova squadra che sta costruendo con Maresca in panchina e Buffon tra i pali

Kyle Krause, presidente del Parma, in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha parlato del nuovo progetto gialloblù con Maresca allenatore e Gigi Buffon portiere e leader della squadra.

PRIMO PERIODO – «Fantastico. Un periodo incredibile, emozionante e impegnativo. La città i tifosi non avrebbero potuto essere più gentili e accoglienti con me e la mia famiglia». 

RETROCESSIONE – «È stato difficile. Ma l’ho detto fin dall’inizio: per la mia famiglia e la nostra azienda il progetto Parma è a lunghissimo termine. Ci saranno battute d’arresto lungo la strada, ma alla fine la direzione e l’ambizione non svaniscono di certo». 

FUTURO – «Siamo ottimisti e pieni di energie ed entusiasmo. Stiamo costruendo una squadra forte. A livello societario abbiamo fatto alcune aggiunte strategiche. L’obiettivo è crescere, costruire le basi per una società che, sia a livello organizzativo che sul campo, possa diventare un punto di riferimento a lungo termine e arrivare a stabilizzarsi ai vertici del calcio italiano». 

MARESCA – «Cercavamo un allenatore con determinate qualità, e lui le riflette tutte. Sia dal punto di vista tecnico, sia per il suo stile di gioco, sia per la sua grande volontà di emergere. È di larghe vedute e questo ci permette di seguire le nostre strategie. Ha già ottenuto grandi risultati con il Manchester City Under 23, e sono convinto che possa davvero fare molto bene con il Parma. Cosa gli ho chiesto? Di essere se stesso, fedele ai suoi principi. Abbiamo grande fiducia in lui, nel suo staff, e nelle sue idee di gioco. E poi naturalmente gli ho chiesto di portarci in A». 

BUFFON – «Conosco Buffon dai tempi in cui vinceva trofei per il Parma. Riuscire a riportarlo dove ha iniziato la carriera è una cosa incredibilmente emozionante. Difficile convincerlo? No. Sia noi sia Gigi volevamo che accadesse. Lui crede nel nostro progetto. Ha grandi motivazioni, e questo è ciò che lo rende un atleta di livello mondiale. Per lui, c’era l’opportunità romantica di tornare a casa. Per me, l’obiettivo di assicurarmi che avesse l’opportunità di avere un ruolo chiave». 

BUFFON SIMBOLO – «Guardandolo giocare nel corso degli anni, ho ammirato la sua personalità, la sua energia, la sua leadership e il suo talento: forse è il più grande portiere di tutti i tempi. Ora è tornato a casa: è il portiere del Parma. I suoi valori, il suo talento e il suo entusiasmo sono tutto ciò che cerchiamo. Darà una leadership cruciale a una squadra con un sacco di talenti».